Di Remigio chiama il Silvi a compattarsi. Morelli: ''Lo Sport Center? Per noi è come una finale!''

L’Atletico Silvi affronta il momento più importante della stagione e alla vigilia della prima sfida del trittico della verità, quella che vedrà i rossoblù di Piero Marrone ospitare al PalaPiomba lo Sport Center Celano, interviene il presidente Giuseppe Di Remigio a suonare la carica.


“Ho sempre creduto nelle capacità di questa squadra e dei giocatori e le mie convinzioni non sono cambiate. Purtroppo sul nostro campionato sta influendo tantissimo la lunga sosta che abbiamo affrontato a gennaio, che ci ha impedito di ritrovare quella continuità nel gioco che abbiamo in parte pagato nella finale di Coppa Italia regionale con il Celano. Non veniamo certo da un momento facile, abbiamo delle difficoltà legate ad assenze, l’ultima delle quali, quella di Giancaterino, ci prova del giocatore sicuramente più efficace in zona-gol. Ma resto dell’idea che questa squadra ha le capacità per dimostrare di potersela ancora giocare per le primissime posizioni: mi attendo dai giocatori una prestazione di grande orgoglio contro lo Sport Center”.


Senza dimenticare, tra l’altro, il pesantissimo ko patito all’andata, quando i silvaroli si presentarono a Celano con la squadra di fatto dimezzata dalle assenze. 


Che quella di domani sarà una partita speciale per l’Atletico Silvi ne è convinto anche Daniele Morelli. Anzi, a conti fatti il risultato con lo Sport Celano potrebbe addirittura essere decisivo in vista del trittico che attende i rossoblù.


“Anche se la prima della classe può sembrare lontana affronteremo ad ogni modo la partita come se fosse una finale. D’altronde tutte le partite vanno affrontate così a mio avviso. Abbiamo un mese abbastanza delicato, considerando soprattutto le numerose assenze. Purtroppo - aggiunge l’ex Montesilvano e Tombesi - abbiamo perso diversi giocatori da inizio anno, ma comunque sono sicuro che diremo la nostra anche in vista playoff”.