Domani a Carrè, poi l'Hellas. Cleber suona la carica: "Far punti in queste sfide ci farà tanto bene"

Mercoledì l’Altamarca, domani il Chiuppano, martedì l’Hellas. Scherzi del calendario per la Giorik, chiamata ad affrontare nel giro di 72 ore le prime due forze del torneo e all’inizio della settimana gli scaligeri in grande ascesa. E parte proprio dalla voglia di riscattare a Carrè il ko di Maser, arrivato dopo otto risultati utili consecutivi, l’analisi di Cleber Ricardo sul momento della Giorik Sedico.


“Se riuscissimo a vincere contro una squadra come il Chiuppano sicuramente ci porterebbe tanta fiducia, ci consentirebbe di affrontare gli avversari successivi con molta più fiducia. Sia chiaro: giocare contro le prime tre in classifica in nemmeno una settimana non è per niente facile, per nessuno”.


Cleber è stato uno dei ritocchi che il presidente Deon ha apportato alla rosa di Gabriele De Francesch con la parentesi di mercato. Il suo arrivo alla Giorik ha consentito al mister di poter avere a disposizione un giocatore di notevole versatilità in tutte le fasi. 


- Sei soddisfatto di questa opportunità e come ti stai trovando nel contesto del gruppo?


“Sono molto contento della mia scelta, in primis perché il mister mi ha chiesto di venire qui e poi ho trovato un gruppo di giocatori e dirigenti che mi hanno abbracciato dal primo giorno. Sono passati soltanto tre mesi dal mio arrivo, ma mi sembra di star qui da molto più tempo”.


- Mercoledì sera purtroppo la prestazione con lo Sporting Altamarca ha lasciato un tantino a desiderare nel secondo tempo: perchè quell'involuzione a livello di gioco dopo un primo tempo in cui avevate affrontato la capolista alla pari, tanto da portarvi pure avanti nel punteggio?


“Per me abbiamo fatto una grande partita contro una squadra che è la capolista di questo girone, c’è la la siamo giocata fino alla fine, negli ultimi minuti del secondo tempo loro approfittato del vantaggio di avere un bravo portiere, carapace a gestire palla e ci hanno messo più in difficoltà”.


- La lunga sequenza di risultati positivi è comunque la dimostrazione che la Giorik ha le capacità per puntare in alto. Quanto in alto, secondo te?


“All’inizio siamo partiti male, abbiamo lasciato dei punti dove non ci aspettavamo di perderli, ora è tempo di recuperare e stiamo facendolo. Dobbiamo arrivare ai playoff e sono sicuro che ci riusciremo”.


- Quanto peserà sul vostro cammino e i vostri obiettivi il risultato della partita con Chiuppano ed Hellas?


“Fare punti con queste tipo di squadre fa bene a chiunque… sicuramente farà tanto bene a noi”.