breaking news

22/07/2021 15:29

Dopo un mese l'Anteprima è diventata un'ufficialità a tinte arancioni: Ibra Ghouati torna ad Asti

Citare le parole della canzone di Antonello Venditti che certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano…” può sembra quanto meno banale per sottolineare l’importanza che riveste il ritorno di Ibra Ghouati all’Orange Asti. Proprio in quella famiglia da dove tutto è iniziato, quando il talento di origini marocchine si metteva in mostra segnando vagonate di gol con la divisa astigiana.


L’escalation nazionale di Ibra non è stata purtroppo fortunata. Il flop di Marigliano, le palliative soddisfazioni di Roma, la stagione di Arzignano segnata dall’esplosione del Covid, il passaggio alla L84 che non è stato accompagnato da quel boom che tutti si aspettavano da questo giocatore che ha saputo incantare tante platee deliziandole con le sue giocate. Quel boom che ora tutti gli addetti ai lavori si attendono dal ritorno di Ibra a casa.


L’ambiente probabilmente ideale per far riscoprire al ragazzo quelle motivazioni che lo possono riportare a far vedere l’Ibra dei tempi migliori. Lo abbiamo già detto (LEGGI QUI LA NOSTRA ANTICIPAZIONE DATATA 22 GIUGNO): l’età gioca tutta a favore di questa stella (ancora inespressa) del nostro futsal. E poi, con la squadra che sta venendo fuori, c’è sempre una stella che deve brillare più delle altre. Vero Ibra?


E allora dacci dentro e fa vedere all’Italia del rimbalzo controllato che la classe e la qualità ci sono tutte!