Elledì Fossano ora si gioca. La carica di Richichi: “A Cagliari senza alibi, vogliamo i tre punti!”

Elledì Fossano, l’attesa è finita. L’ultima gara ufficiale del quintetto piemontese risale al 19 dicembre, più di un mese fa. A fare il punto della situazione è Totò Richichi.

“Finalmente si torna in campo dopo più di un mese. L’attesa è stata lunga ed estenuante e per chi come me che vive di futsal, non poter respirare il campo e lo spogliatoio diventa pesante, ma per fortuna è finita. Non abbiamo mai smesso di allenarci. Prima in videoconferenza, per quanto possibile, insieme ad allenamenti individuali e poi abbiamo ricominciato a calcare il parquet da dieci giorni e solo da una settimana con il gruppo al completo. Una pausa lunga peraltro arrivata subito dopo una sconfitta. Non è mai bello fermarsi e guardare gli altri giocare”.

Leon, Domus, Videoton ed anche il Lecco, è con queste squadre che l’Elledì Fossano si contenderà il primato?

“Queste quattro squadre stanno dimostrando di poter lottare fino alla fine per i primi posti, non si trovano lì per caso, ma avendo tante partite da recuperare noi pensiamo solo a noi stessi senza guardare la classifica”.

Il calendario dice Cagliari che, al contrario di voi, ha giocato impegni ravvicinati. Che partita ti aspetti?

“Il Cagliari dell’amico Serginho ha raccolto meno di quello che meritava. Anche in casa della capolista Leon ha sfiorato il colpaccio e in casa loro sarà una battaglia. La società ha preparato la trasferta al meglio, sta a noi riuscire a trovare quel ritmo partita che ci manca da troppo tempo. In ogni caso dovremo andare a giocarci la partita senza alcun alibi ed anzi, proveremo a prenderci tre punti fondamentali per la nostra classifica”.