breaking news
  • 13/04/2021 17:29 Serie A2: doppio Nikao non basta, il Monastir batte la Lazio 3-2 nel recupero del girone B
  • 12/04/2021 21:27 Serie B, girone C: il Modena Cavezzo vince 4-0 il recupero di Bagnolo e torna in vetta

04/04/2021 11:15

Final Eight, c'è subito l'Altamarca. Ceccato fa spallucce: ''Il Benevento? Speravamo di evitarlo''

Andrea Ceccato ha vissuto tra il pathos e la curiosità il sorteggio che ha portato alla composizione degli abbinamenti dei quarti di finale della Coppa Italia di Serie B. Pochi attimi dopo le 13 tutto era già stato dimenticato: primo nome estratto proprio quello dello Sporting Altamarca, qualche secondo di trepidazione ed era la volta del Benevento. Saranno loro ad aprire la Final Eight di Porto San Giorgio nella gara della mattina, l’unica del primo giorno.


“Volevamo evitare di giocare alle 11 ma ovviamente… il sorteggio ha decretato l’opposto - commenta non proprio soddisfatto il numero uno dello Sporting Altamarca. - Affrontiamo una squadra ostica come il Benevento: non sono banale se dico che volevamo evitarlo visto il girone di ferro in cui milita. Certo, non è che si poteva pretendere chissà cosa: se vuoi vincere la Coppa, sai bene che tutte le partite sono decisive e affronti comunque squadre che se sono arrivate alla Final Eight sicuramente sono forti. Fatto sta, il Benevento avremmo preferito incontrarlo più avanti”. 


Prima di Porto San Giorgio, tuttavia, lo Sporting avrà la testa unicamente sul campionato. La squadra di Serandrei è ormai ad un passo da un traguardo storico.


- Presidente, che emozioni si provano sapendo che si è a tre punti dalla promozione?


“Cerchiamo intanto di essere scaramantici, ma il passo è davvero breve.I tre punti che ci servono ce li vogliamo prendere subito con il Belluno, per coronare quello che è davvero un sogno. A distanza di un anno dalla crisi che il Covid ha portato… sembra un sogno pensare di vincere la B”.


- Che provi pensando a tutto il percorso che hai fatto?


“Ai sacrifici e alla testardaggine che ci abbiamo messo ogni anno. Ecco, ci hanno portato a questo, dieci anni dopo il nostro inizio… e ora siamo ad un passo dalla A2. Quanti ricordi, quanti sacrifici, quanta fatica... ma che soddisfazioni”.


E l’ultima sta cominciando a materializzarsi.