Final Eight: Italservice in semifinale, Pescara regge un tempo. Doppiette per Miarelli e Cuzzolino

Sipario aperto. La Final Eight di Coppa Italia è scattata all’RDS Stadium con i quarti di finale della Serie A maschile: a rompere il ghiaccio Italservice Pesaro e il Colormax Pescara. La vittoria va al quintetto di mister Colini che si è imposto per 5-2 approdando in semifinale.


Avvio equilibrato con ritmi non altissimi. Il quintetto abruzzese inizia il match con il piglio giusto anche se le occasioni importanti latitano da una parte e dall’altra. Al 9’ ci provo Honorio con parata di Mazzocchetti. Il Pesaro sfiora il gol al 12’ con un incrocio dei pali colpito da Marcelinho al termine di una bella azione personale, ma la conclusione di sinistro trova il legno della porta pescarese. La compagine di Palusci non sta a guardare e negli spazi un’incursione di Quintairos al 14’ mette un po’ di preoccupazione a Miarelli che chiude lo specchio alla conclusione dell’avversario.  Al 16’ buonissima opportunità per Pesaro con Borruto che, solo davanti a Mazzocchetti, dopo aver controllato bene la sfera, calcia di poco a alto da posizione molto favorevole. Un minuto dopo il pivot biancorosso scalda le mani all’ottimo estremo difensore del Pescara, bravo a rifugiarsi in angolo. Nonostante gli attacchi finali da parte della capolista della serie A (palo anche di De Oliveira quasi allo scadere) che cresce in intensità e in soluzioni offensive, la prima frazione termina sul punteggio di partenza (0-0).


Ad inizio ripresa dopo 2’, ripartenza velocissima del Pescara con Leadro la cui conclusione viene deviata in angolo. Protagonista il portiere del Pescara poco dopo sulla sventola di Tonidandel. L’episodio chiave forse del match è subito dopo: rigore per fallo su Cozzolino di Rober dopo poco più di quattro minuti. Si incarica della trasformazione lo stesso giocatore argentino che, con freddezza e precisione, porta in vantaggio il Pesaro (1-0). Il Pescara si sbilancia con il portiere di movimento e viene castigato da Borruto bravo a trovare da metà-campo a porta sguarnita, la rete del 2-0 per il quintetto di mister Colini. La formazione abruzzese però non vuole arrendersi e con un destro di Leadro al 12’ fa la barba il palo sfiorando il gol che avrebbe riaperto il match.


Il Pesaro sigla il terzo gol con Miarelli che dalla sua porta sigla il 3-0, nell’occasione gli abruzzesi si erano fermati protestando per un fallo di mani avversario su conclusione di Tonidandel. Pochi secondi dopo viene allontanato dal campo l’allenatore Palusci per proteste. Ancora Miarelli dalla sua area di competenza e Cuzzolino consentono ai marchigiani di dilagare sul 5-0. L’orgoglio del Pescara porta alla marcatura prima di Coco e poi di Quintairos che fissano il punteggio sul 5-2 conclusivo. Pescara a casa con l'onore delle armi, Pesaro avanti nella competizione.

 

 

ITALSERVICE PESARO-PESCARA 5-2 (pt 0-0)

ITALSERVICE PESARO: Miarelli, Fortini, Honorio, Canal, Marcelinho, Antonioni, Ceccolini, Tonidandel, Borruto, Cuzzolino, De Oliveira, Jefferson, Vesprini, Guennounna. All. Colini

PESCARA: Mazzocchetti, Morgado, Eric, Leandro, Coco, Quintairos, Andrè, Rober, Santacroce, Belloni, Ferraioli, Scarinci, Agostinelli, De Luca. All. Palusci

ARBITRI: Luigi Fiorentino (Molfetta), Arrigo D’Alessandro (Policoro). Crono: Natale Mazzone (Imola)

MARCATORI: st 4’ 03’’ Cuzzolino (IP), 7’ 54’’ Borruto (IP) 15'12'' e 16’ 58’’ Miarelli (IP), 17’42’’ Cuzzolino (IP),  18’ 16’’ Coco (P), 18’ 57’’ Quintairos (P)

NOTE: ammoniti Marcelinho (IP), Coco (P), Andrè Ferreira (P), Scarinci (P), Leandro (P), Cuzzolino (IP)  



emme.elle