Futura, bisogna ripartire subito. Durante: “Peccato, fosse entrata qualche occasione in più…”

Che la Futura abbia creato più e più volte i presupposti per andare in rete, lo si è visto chiaro come la luce del sole. Purtroppo non è bastata la grande mole di gioco, le occasioni, e quel pizzico di fortuna in più che non guasta mai (senza dimenticare la super-parata di Parisi sul rigore di Ique) per ritrovare i tre punti. E proprio su queste premesse si basa l’analisi post-gara di Aldo Durante ai microfoni di Giovanni Mafrici.

Il giocatore reggino sottolinea come la squadra gialloblù anche stavolta ha dato il massimo. Indubbiamente i risultati arriveranno perché quando si gioca così non può essere altrimenti.

-Tantissime palle gol, ancora una pari: che partita è stata?

“Partita molto fisica, contro un’ottima squadra. Peccato perché fosse entrato qualche pallone in più si sarebbe parlato di tutt’altra partita. Tre pali, non dimentichiamo. Vai sul vantaggio doppio, triplo, magari si sarebbe incanalata diversamente”. 

-Ripartire subito anche se questa “sindrome del pari” va cancellata il prima possibile.

“Credo che la squadra abbia dato tutto, come nelle altre partite. Non ci siamo tirati indietro. Purtroppo c’è anche la bravura degli avversari e un po’ di sfortuna, però dobbiamo pensare a ripartire subito”.

-Nel momento clou si è fatto male Andrea Labate, non una pedina qualsiasi per voi e poi eravate privi pure di Morgade. Alibi che non portano a nulla però sono fatti…

“Non sono alibi, ma sono due infortuni importanti, perché Andrea rappresenta il cambio di Cividini e Oscar ci dà molta qualità in fase offensiva e non averli vuol dire anche alzare il minutaggio di alcuni di noi e si fa fatica”.


PER L'INTERA INTERVISTA CLICCA QUI