Futura perfetta! Anche l’Arcobaleno deve inchinarsi ai reggini. Cividini-show sfata il tabù Ispica

Quattro gol di Cividini (oltre i timbri di Pedotti e Zamboni) e la Futura strappa il pass per lo spareggio play-off contro l’Itria, vittoriosa nel girone G. Continua senza soste la rincorsa alla Serie A2 per i gialloblù di mister Fiorenza che, dopo avere vinto nettamente contro il Megara Augusta sette giorni fa, si ripetono anche contro l’Arcobaleno Ispica.

Sfatato un tabù per la Futura: l’Ispica ha infatti sempre vinto a Lazzaro nelle tre partite disputate fino a qui (dalla stagione 2017-2018), ma stavolta deve inchinarsi allo strapotere dei reggini.

PRIMO TEMPO – Futura ancora priva di Everton, che resta in panchina, mentre nell’Arcobaleno manca Corallo, squalificato. Pronti, via e Cividini dopo neanche un minuto riceve spalle alla porta da Zamboni e calcia, pallone che colpisce prima la traversa e poi ricade al di là della linea di porta. Vantaggio immediato per i gialloblù che premono sull’acceleratore ed è ancora Zamboni ad ispirare, stavolta da calcio d’angolo; gran botta di Pedotti che sfrutta il blocco di Cividini per il raddoppio dei locali. È un monologo degli uomini di Fiorenza, almeno fino alla metà della prima frazione di gioco, quando l’Ispica cerca di uscire dal guscio. Tornatore bravissimo su Di Benedetto, poi Costamanha a 14’52’’ dimezza lo svantaggio direttamente da calcio di punizione. In precedenza, Kauè che con tre miracoli tiene in partita i suoi. In chiusura di primo tempo, tutti in piedi per l’ennesima perla balistica di Cividini, sinistro al volo in buca d’angolo per il 3-1 che manda le squadre negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre ancora nel segno di Cividini che prima colpisce un palo e poi riesce a mandare il pallone in fondo al sacco a 5’09’’ risolvendo in mischia in area avversaria. Massimo vantaggio Futura e Ispica che dal 7’ inserisce il quinto di movimento. Lettura difensiva perfetta della squadra di casa, specialmente con Labate che ferma a turno Ficili e Mittelman in banda sinistra, mentre Tornatore compie un altro super intervento rimanendo sempre concentrato, nonostante le poche conclusioni avversarie. Allora dall’altra parte, con la porta sguarnita, Cividini mette gli effetti speciali e di tacco beffa la difesa siciliana per il 5-1. Lo stesso ex Petrarca lancia perfettamente Zamboni che chiude i conti per il 6-1 (gran partita la sua così come Pedotti).

Sabato prossimo al Polivalente di Lazzaro arriva l’Itria di Araujo, per il match di andata della semifinale play-off: chi uscirà vittorioso, dopo la sfida di ritorno prevista il 5 giugno in terra pugliese, otterrà il pass per la finale contro il Benevento che, a sua volta, giocherà il ritorno sul campo amico.

 

POLISPORTIVA FUTURA-ARCOBALENO ISPICA 6-1 (pt 3-1)
POLISPORTIVA FUTURA: Amaddeo, Cividini, Pannuti, Trovato, Labate, Everton, Zamboni, Tornatore, Pedotti, Sgró, Giardiniere, Falcone. All. Fiorenza.
ARCOBALENO ISPICA: Morabito, Kauè, Flores, Ficili, Modica, Lupo, Mittelman, Di Benedetto, Incorvaia, Costamanha, Cataldi, Gambuzza.
ARBITRI: D’Addato e Lacalamita di Bari. Crono: Cundó di Soverato.
MARCATORI: pt 1'02" Cividini (F), 4'50" Pedotti (F), 14'52" Costamanha (A), 18'38" Cividini (F); st 5'09'' Cividini (F), 13'30'' Cividini (F), 16'49'' Zamboni (F)
NOTE: ammoniti Pedotti (F), Labate (F), Flores (I), Di Benedetto (I).

 

cant