Gear Siaz, Davide La Morella torna nella "sua" Piazza Armerina e si prende la panchina dell'Under 19

Davide La Morella rientra sotto i colori biancazzurri della Gear Siaz e sarà il nuovo tecnico dell’ Under 19 nazionale che, il 17 ottobre, disputerà la prima gara della stagione 21/22.

Primo mister della società biancazzura dal 2013 anno dello storico esordio. Alla guida della prima squadra per 7 stagioni conquistando 4 titoli, 3 campionati (Serie D, Serie C2, Serie C1) ed una Coppa Italia è adesso pronto alla nuova sfida. Nelle 7 stagioni ha plasmato i talenti locali che oggi difendono i colori sociali in Serie A2. Pronto all’ennesima sfida basata sulla costruzione della “cantera”. biancazzurra.

La soddisfazione dei vertici societari.

“Il rientro di Davide è sicuramente la nota positiva finale di questa estate di futsalmercato. Inutile rivangare il passato, La Morella è uno degli autori principali della storia sportiva di questa società e di questa città, siamo sicuri che il suo mood sia adatto a creare un progetto sostenibile, basato sull’avvicinare il gruppo dell’under 19 alla prima squadra, e plasmare prima uomini e poi giocatori con “stile” GEAR. Sarebbe superfluo elencarne le qualità tecniche ed umane gli auguriamo un buon lavoro e la volontà di condividere un sogno.
Ci teniamo a ringraziare anche mister Tamurella che ha guidato la categoria nell’unica stagione dell’ under nazionale pre Covid, e che consegna al nuovo mister un gruppo che è cresciuto allenamento dopo allenamento.”


Le prime parole di La Morella al ritorno a casa.

“La vita è un susseguirsi di legami sin dalla nascita.. ogni passo, ogni momento è fatto da legami che nascono, si modificano o si troncano. Ci sono dei legami che però sono difficili da troncare perchè in qualche modo ti restano dentro, ti toccano il profondo e per quanto il tempo li metta dura prova, resistono alle tempeste più dure e violente.. La Gear Sport per me è quel tipo di legame e credo che valga lo stesso per la società, perchè quello che è successo negli ultimi 18 mesi non è riuscito a cancellare i 7 anni precedenti, un'avventura per certi versi irripetibile nella storia dello sport di questa città che forse meritava un finale diverso.. quindi credo sia stato giusto darci un'occasione di riprendere un cammino insieme ed è anche giusto farlo in un percorso nuovo, diverso, una sfida completamente diversa che spero possa ripetere gli stessi successi (mi basterebbe la metà) della prima avventura Gear. Ringrazio la società che ha fortemente voluto riannodare le fila di questo legame, sopratutto Edmondo Festone e Giuseppe Diana che con cocciutagine e testardaggine sono riusciti ad incrinare i miei dubbi e trasformarli in voglia di una nuova sfida da affrontare con entusiasmo e passione... Ora bisogna abbassare la testa e lavorare duro perchè io non conosco altri modi per vincere le sfide.”

Buon lavoro mister!

Ufficio Stampa Gear Siaz Piazza Armerina