Il Celano difende il vantaggio nel ritorno di Coppa col Lanciano. Biondi: ''Serve tanta attenzione"

Dall’Argentina con licenza di far bene. Lautaro Biondi, classe 2000, da Mendoza. Chi ha seguito l’evoluzione agonistica di Renzo Carucha Grasso, una delle colonne del Napoli in Serie A, può tranquillamente specchiarci questo laterale offensivo che dopo aver giocato un anno a Gubbio, in A2, ha scelto il Futsal Celano per potersi esprimere al meglio delle proprie possibilità. Fin qui sono stati dieci i gol realizzati, gli ultimi due li ha segnati sabato scorso anche se, purtroppo, non sono stati sufficienti per avere ragione del Città di Chieti: un pareggio amaro che complica il cammino marsicano?


“Sì, la verità è che stavamo vincendo 2-0 giocando con calma e bene. Cosa non ha funzionato? Dobbiamo ancora imparare a chiudere i giochi”.


- Attenzioni ora rivolte sulla partita di Coppa con il Lanciano: avete a portata di mano la Final Four sapendo che vincere la Coppa può aprire anche importanti scenari. Come vi siete preparati alla trasferta dell’Immacolata a Castel Frentano e soprattutto come pensi che andrà interpretata questa partita?


“Ci siamo preparati sapendo che usciranno sin dall'inizio della partita, sicuramente con il portiere in movimento. Ci siamo allenati durante la settimana valutando questa circostanza, per fortuna siamo stati bravi prestando la massima attenzione. Sarebbe bello poter vincere domani e magari poi diventare campioni, per noi sarebbe una motivazione oltre, ovviamente, aprirebbe davanti a noi la strada alla Serie B”.