Il Celano usa la testa e non sbaglia nulla, l'assalto finale non premia il Taranto: marsicani avanti

Il Celano fa festa al PalaMazzola: espugna per la prima volta in questa stagione il campo della New Taranto e ottiene l’unico risultato possibile per continuare nel suo grande sogno, lo sbarco in Serie B passando per la porta principale, che sarà lo spareggio da giocare in casa sabato prossimo con i laziali dell’Atletico Grande Impero. Corsa che si chiude invece per la squadra di Stefanelli, che ha pagato a caro prezzo un momento di sbandamento tra il 6’ e l’11’ della ripresa, facendosi infilare due volte dagli abruzzesi, un passaggio a vuoto che ha finito per vanificare anche il generoso forcing finale che ha permesso ai rossoblù di andare vicinissimi a una clamorosa rimonta e una altrettanto clamorosa qualificazione che, sul 3-6 ospite, sembrava irrealizzabile. Per il salto di categoria, adesso, la società tarantina presenterà sicuramente domanda di ammissione per vedere comunque riconosciuti gli sforzi di una stagione lunghissima e stressante, che ha visto i rossoblù grandi protagonisti. 


LA CRONACA - Il primo a mettersi in mostra è Di Terlizzi che si oppone a Lopes andatosene via lungo l’out destro. Taranto in vantaggio al 6’32”: da una palla scodellata dalla sinistra, la difesa si addormenta e Isidoro anticipa di testa Di Terlizzi per l’1-0. Un solo minuto e il celano ristabilisce la parità: percussione offensiva corale, la palla resta nella zona di Dylan Calvet che batte Bianco al 7’35”. All’8’40” ripartenza di una intraprendente Lopes, gran destro e palla che prende in pieno la traversa con Di Terlizzi battuto.


Al 12’46” grande giocata di Biondi, che si incunea nelle maglie tarantine, vince un rimpallo e piazza la palla alle spalle di Bianco per il 2-1 ospite. Abruzzesi vicini alla terza rete al 14’30”: un rimpallo libera Marianetti davanti a Blanco ma il capitano in maglia gialla non riesce a coordinarsi per la battuta vincente. Al 16’53” Biondi entra in gioco pericoloso su un avversario, secondo giallo e rosso per l’argentino, che platealmente tira la palla addosso a un dirigente tarantino che lo stava rimproverando per l’intervento commesso, provocandone la reazione. Gli arbitri sono costretti a interrompere il gioco per parecchi minuti.


Si riprende con il Celano in inferiorità numerica. Di Terlizzi si oppone a Teodoro liberato dalla rotazione. Il Celano difende con attenzione, Bottiglione spara a lato da buona posizione quasi allo scadere della superiorità, ma il risultato non cambia. All’ultimo secondo della prima frazione combinazione Bottiglione-De Risi, palla di nuovo a Bottiglione che la stampa sul palo lontano con Di Terlizzi immobile. Celano avanti all’intervallo per 2-1.


Si riparte dopo il break di metà gara e dopo un minuto Dustin Calvet se ne va in slalom ma il tiro viene ribattuto in extremis. Il Taranto pareggia al 3’50”: punizione mancina di Bottiglione che non lascia scampo a Di Terlizzi. Ancora Bottiglione si presenta solo davanti a Di Terlizzi che sventa in angolo al 4’20”. Il Celano ha la capacità di organizzarsi velocemente: al 6’38” passaggio in profondità per Dustin Calvet, che ha tutto il tempo per controllare la palla e mirare l’angolo basso imprendibile per Bianco per il 2-3. 


Marsicani che sulle ali dell’entusiasmo allungano al 7’14”: Dylan Calvet si procura una punizione dai dodici metri che trasforma con un sinistro rasoterra che si insacca nell’angolo basso imparabile per Bianco. Ma non è finita, perchè all’11’13” Dylan Calvet chiede lo scambio col fratello Dustin, riceve la sfera e la appoggia per l’accorrente Marianetti che insacca a porta vuota il 2-5.


Stefanelli inserisce Mero portiere di movimento e al 16’55” una rotazione offensiva si conclude con Teodoro che raccoglie una palla filtrante e insacca il 3-5. Il Taranto aumenta la pressione ma non sfonda e così, al 19’06”, Di Terlizzi recupera la palla e centra la porta vuota: 3-6. Il Taranto tira fuori il cuore negli ultimi 54 secondi: al 19’25” Lopes scambia con Bottiglione e infila di prima intenzione Di Terlizzi portando i rossoblù a -2; poi è Teodoro a ricevere il pallone sempre da Lopes e piazzare un diagonale che batte il portiere avversario per il 5-6. Ma restano 19 secondi da giocare: il Celano li gestisce coi suoi funamboli argentini e si può portare a casa una meritata qualificazione.


NEW TARANTO-FUTSAL CELANO 5-6 (pt 1-2)

NEW TARANTO: Bianco, Stefanelli A., Lopes, Ble, Teodoro, De Risi, Bottiglione, Petrosino, Salvo, Isidoro, Mero, Pedone. All.: Stefanelli R.

FUTSAL CELANO: Di Terlizzi, Mascitti, Normanno, Fellini, Marianetti, Catenacci, Biondi, Calvet Dustin, Calvet Dylan, Bonari, Proietti. All.: Cimini

ARBITRI: Desogus di Carbonia e Littera di Cagliari, crono: Sernicola di Brindisi

MARCATORI: pt 6’32” Isidoro (T), 7’35” Calvet Dylan (C), 12’46” Biondi (C), st 3’50” Bottiglione (T), 6’38” Calvet Dustin (C), 7’14” Calvet Dylan (C), 11’13” Marianetti (C), 16’55” Teodoro (T), 19’06” Di Terlizzi (C), 189’25” Lopes (T), 19’41” Teodoro (T)

NOTE: ammoniti Biondi (C), Salvo (T), Normanno (C), Teodoro (T), Proietti (C), Calvet Dustin (C), Bottiglione (T), De Risi (T), Mero (T). Espulso al 16’53” del pt Biondi (C) per somma di ammonizioni