breaking news
  • 29/05/2022 11:32 Under 17 fase nazionale, girone 2: Five To Five-OR R.Emilia 1-1, Fenice-ACSS Mondolfo 5-0
  • 29/05/2022 09:10 Under 15, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4, e seconda giornata del girone 2
  • 29/05/2022 09:09 Under 17, fase nazionale: primi turno dei gironi 1, 3 e 4. Il girone 2 in campo ieri
  • 29/05/2022 09:08 Under 21 Nazionale, playoff: si giocano oggi le gare di andata dei quarti di finale
  • 28/05/2022 17:10 Serie C1 Umbria: la finale playoff termina 3-3 (dts). Gadtch 2000 agli spareggi nazionali

12/05/2022 17:20

#SerieC1Marche, qui Cerreto d'Esi. Amadei diffida del Montelupone: ''Ci attende una partita tosta!''

Riecco il Cerreto d’Esi a tentare l’avventura che può condurre in Serie B. Stavolta attraverso il complicato iter dei playoff tra le seconde, opportunità che la formazione anconetana può costruirsi vincendo domani sera la finale dei playoff del campionato di C1 marchigiano, che giocherà sul campo amico contro il Montelupone. Una sfida che presentiamo grazie alla collaborazione del tecnico Paolo Amadei.

- Allora mister, fallito il primo tentativo con la Coppa Italia, il Cerreto d'Esi ci riprova attraverso i playoff. Le aspettative restano più che mai quelle di riuscire a salire in Serie B anche a costo di arrivarci praticamente alle soglie dell'estate?

“Noi proveremo a raggiungere l'obiettivo della Serie B con tutte le nostre forze, anche se dovessimo giocare fino ad agosto, pur sapendo che sabato incontreremo una squadra molto ostica. I ragazzi devono restare tranquilli perché stanno lavorando molto bene e sono veramente orgoglioso di tutti per quello che stanno facendo".

- Rispetto ai precedenti di campionato sarà una partita secca. Come vuole che i suoi giocatori la interpretino e quali saranno le difficoltà maggiori che questo tipo di partita ritiene potrebbe presentare sia sul piano della gestione della gara che sull'aspetto mentale, considerando che non ci saranno appelli al risultato del campo?

“Sabato ci aspetterà una partita dura, tosta, sotto ogni aspetto. Conosciamo molto bene il Montelupone, come loro conoscono noi. Cercheremo di gestire la partita come facciamo sempre, cioè avendo noi il pallino del gioco e sperando di concretizzare tutte le occasioni che creiamo. Siamo feriti ancora dall'uscita prematura dalla Coppa nazionale e direi anche arrabbiati. Sabato peraltro saremo al completo e daremo l’anima. Il Cerreto d’Esi è una famiglia, una vera famiglia e cercheremo di dimostrarlo sul campo”.