Il Cosmos Nove sta prendendo confidenza. Cerato: ''Bene l'attacco, va migliorata la fase difensiva''

Nella sesta giornata della Serie C1 veneta, il Cosmos Nove ha piegato tra le mura amiche il Flaminia con un eloquente 9-4. A un tale risultato hanno contribuito in maniera significativa tutti i giocatori chiamati in causa da mister Albertini, da Baccino fino a Outtara. La vittoria sui biancoazzurri, che certifica il buon momento della squadra vicentina, non è stata affatto una sorpresa per il ds Claudio Cerato. 


"Il successo non è stato mai messo in discussione: dopo cinque minuti eravamo sul 3-0 e per tutto il resto del match abbiamo mantenuto il controllo. C'è ancora da migliorare la fase difensiva, visto che siamo il miglior attacco del campionato, ma non certo la miglior difesa. La gara per lunghi tratti ci ha visto giocare bene e la vittoria è stata netta, non solo per il risultato". 


- Tutti scatenati: doppietta di De Mello, due reti per Benaba, altra tripletta per Baccino e in gol anche Sebbar e Ouattara: il roster sembrerebbe non necessitare di cambiamenti. È effettivamente così o vedremo la società muoversi nel mercato invernale? 


"Nonostante saltino all'occhio i soliti nomi, che concretizzano in realtà il lavoro di squadra, mi sento di nominare anche quei giocatori che pur allenandosi tanto magari figurano meno, tra cui Daniele Martini e il portiere Luca Borotto (nella foto, n.d.c.), entrambi con noi da ormai sei-sette anni: nel momento del bisogno si sono sempre fatti trovare pronti. Non dimentichiamo che con il Flaminia mancavano Er Raji per squalifica, oltre a De Chiara, Minchio e Celona per acciacchi vari. Abbiamo dunque un roster profondo e il mister può sempre scegliere il meglio, ragion per cui non c'è bisogno di ricorrere al mercato di dicembre".