breaking news
  • 18/05/2022 23:06 #SerieC1Lazio: il Torrino batte 7-5 il Santa Gemma, è finale con l'Atletico Grande Impero
  • 18/05/2022 11:45 #SerieA2 gir. D, respinto il ricorso delle Aquile Molfetta: omologato il 2-3 con la Futura
  • 17/05/2022 23:00 #Under21: Perconti ko 5-3, Laurentino campione laziale e ammesso ai playoff nazionali
  • 17/05/2022 22:14 #SerieC1Lazio, Atletico Grande Impero-Spes Poggio Fidoni 5-5 dts: Rubei & C. in finale

23/01/2022 12:05

Il Cus Ancona combatte con onore, ma il Città di Massa esce bene alla distanza e non perdona

Nel campionato di serie A5 di calcio a 5 il Città di Massa passa per 5 a 2 sul campo del Cus Ancona. A leggere il risultato si direbbe che quella giocata all’impianto di Posatora sia stata una gara a senso unico e invece le cose sono andate diversamente con i toscani che solo nel finale sono riusciti a mettere al sicuro il risultato. Senza nulla togliere al Città di Massa che ha dimostrato tutto il suo valore, il Cus Ancona visto all’opera ha destato un ottima impressione con la formazione di Francesco Battistini che ancora una volta si è ritrovata a fare i conti con la "dea bendata".

Tra i pali gli universitari recuperano Mazzarini fuori da tre mesi per un problema ad un ginocchio ma dopo pochi minuti di gioco perdono Piersimoni per un infortunio ad una spalla . Senza Bartolucci, positivo l’esordio del croato Perkovic ma il Cus Ancona inizia la gara nel peggiore dei modi ritrovandosi sotto di due reti. A questo punto i dorici si svegliano e con Federico Benigni tornano in partita. Sul risultato di 2 a 1 le squadre vanno al riposo e alla ripresa delle ostilità la formazione di Battistini ha diverse occasione per agguantare il pareggio ma poi finisce per subire il terzo gol. Sul 3 a 1 altro colpo di coda degli universitari con Alessandro Benigni che dimezza ancora le distanze.

Il Cus avanza, il Città di Massa arretra ma la dea bendata ancora una volta si dimentica dei ragazzi di mister Francesco Battistini con il nuovo arrivato Perkovic che timbra il palo interno con il pallone che prima di essere allontanato danza sulla linea di porta. I padroni di casa tentano il tutto per tutto nei minuti finali con il portiere di movimento quanto basta al Città di Massa per trovare altre due reti e blindare il risultato. Una sconfitta che brucia inutile negarlo ma contro i toscani è stata partita vera, una bella iniezione di fiducia in vista della gara di mercoledì sul campo del Lucrezia. Uno scontro diretto che potrebbe significare davvero tanto in ottica salvezza.


Ufficio Stampa Cus Ancona