breaking news

20/06/2022 19:28

Il Cus Milano vola in A2, Cocchini e Gelao: ''Soddisfazione enorme, sapevamo sarebbe successo''

Il sogno è diventato realtà. La squadra di calcio a 5 femminile del CUS Statale, iscritta al campionato FIGC regionale di categoria come CUS Milano, centra la promozione in Serie A2.

Un arrivo nel panorama dei campionati nazionali per la squadra guidata da mister Stefano Cocchini, per un progetto, quello del Futsal Academy, fortemente voluto dall'Università degli Studi di Milano, da CUS Statale e CUS Milano, nato solo 3 anni fa e che ha visto in così poco tempo anche la creazione della squadra Under 19, allenata da mister Riccardo Franco, iscritta al Campionato Nazionale U19 femminile.

Una solida realtà del futsal lombardo che in appena tre stagioni è riuscita a centrare un obiettivo di assoluto prestigio come la promozione in Serie A2.

LA CRONACA - La partita decisiva per la promozione è stata la finale dei playoff contro il Futsal Hurricane, squadra della provincia di Treviso. Nel corso dei primi venti minuti effettivi di gioco, il CUS Milano si è portato sul doppio vantaggio grazie alle reti di Giulia Lorusso prima e della veterana bianco-verde Ludovica Poles poi. La sfortunata autorete, proprio a ridosso dell'intervallo, di Valentina Giordi ha riaperto la gara, che sembrava essersi nuovamente chiusa a inizio secondo tempo con il gol del 3-1 di Camilla Cardoso. Ma nel futsal, si sa, è vietato dare le cose per fatte. Brave, in particolar modo, le ragazze del Fustal Hurricane a credere nella rimonta, concretizzata prima con il gol del 3-2 e successivamente con quello del 3-3, segnato a 5 minuti dalla fine della gara. Quando il match sembrava destinato a prolungarsi ai tempi supplementari, il capolavoro di Camilla Cardoso (doppietta per lei) a 1 minuto e 58 secondi dalla sirena ha mandato il CUS Milano in paradiso: non è più solo un sogno, la Serie A2 è il presente di questo progetto.

I COMMENTI - Stefano Cocchini, mister della squadra: «Una soddisfazione enorme. Un gruppo di ragazze universitarie alla prima esperienza a cui abbiamo affiancato qualche giocatrice di talento e di spessore, per la stragrande maggioranza sempre ex studentesse dell'Università degli Studi di Milano. Un mix che ci ha portato a superare i nostri limiti e a raggiungere un risultato straordinario. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a questo successo, CUS Statale e CUS Milano» in primis.

Nicolò Gelao, direttore sportivo: «Ci siamo riusciti davvero. La nostra è un'idea che nasce 3 anni fa ad Ancona, prendendo a riferimento quanto fatto dal CUS Ancona - Calcio a 5 maschile di mister Francesco Battistini e di mister Michele Ristè, che perfettamente andava a coincidere con il progetto che già avevano in testa i nostri mister Stefano Cocchini e Riccardo Franco. Oggi quell'idea è realtà: CUS Statale e CUS Milano sono in Serie A2, frutto dell'impegno delle nostre giocatrici, frutto del sudore di uno staff che già l'1 settembre 2019, con una pandemia in mezzo, sapeva che prima o poi questo giorno sarebbe arrivato. Grazie a tutti per i complimenti che stiamo ricevendo, stiamo pian piano realizzando davvero quello che abbiamo fatto per lo sport universitario, che da oggi porta un'altra squadra a livello nazionale».

Ufficio Stampa Cus Milano