breaking news
  • 11/05/2021 21:37 #Under19: Fortitudo Pomezia alla terza fase play-off. Superato 5-4 il Real Ciampino

03/05/2021 12:16

Il Maccan Prata opta per la continuità: Marco Sbisà resterà sulla panchina per il prossimo biennio

Ufficiale: Marco Sbisà rimarrà alla guida tecnica del Maccan Prata. E lo farà non solo per la prossima stagione, ma anche per quella successiva, fino al 2023. Immediata l’intesa con la società per il prosieguo del percorso condiviso, culminata con un biennale che parla chiaro in termini di progettualità e impegno.


“Dal nostro punto di vista – dichiara il presidente Simone Maccan. – Sbisà rappresenta una figura importante per la crescita. Alla sua prima esperienza ha fatto molto bene, in primis a livello di spogliatoio, e poi nella qualità che ha trasmesso ai ragazzi. È il profilo ideale per fare il salto di qualità, per stimolare, dare la carica e trasmettere la mentalità vincente. Abbiamo pensato a un biennale proprio per rendere palese questa fiducia nei suoi confronti e per permettere a tutti di lavorare con la massima professionalità”.


SBISA’ - “Sono molto contento della stagione appena conclusa – commenta a caldo il tecnico friulano –, perché con tutte le difficoltà legate a Covid e squadra giovane, abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Per me era un punto di partenza, e questo rinnovo ne è la diretta conseguenza”. 


Sbisà è già al lavoro con la dirigenza per la prossima stagione.


“La società ha ambizioni importanti – rivela – e vogliamo dare continuità al progetto e alla strada che abbiamo intrapreso. Sicuramente per il prossimo anno ci saranno obiettivi diversi e inizieremo subito a lavorare per una rosa altamente competitiva”.


Un’opportunità che il tecnico, quest’anno all’esordio su una panchina maggiore, non intende lasciarsi sfuggire.


“Sono felice per questo biennale – rilancia – significa che la società crede in me nel lungo termine e voglio assolutamente dare soddisfazione alla famiglia Maccan, che ha una passione sconfinata per questo sport. La ringrazio per avermi permesso di allenare quest’anno e nelle prossime due stagioni, dove sono sicuro che si giocherà per obiettivi diversi”.


Un’ultima parola, infine, per l’amico Andrea Sabalino. 


“Non farà più parte di questo progetto, ma mi ha dato l’opportunità di prendervi parte e per me resta un amico e un punto di riferimento”.


Ufficio Stampa