Il Miti Vicinalis supera il Giorgione: Genovese (doppietta) mette il turbo nel secondo tempo

La partita andata in scena al PalaVenale riservava come possibile premio tre punti importantissimi per entrambe le squadre. Il Miti Vicinalis ha portato a casa il bottino sapendo approfittare al momento giusto delle imprecisioni dell'avversario, senza ripetere quegli errori in fase conclusiva che erano costati la sconfitta dell'andata. I vazzolesi continuano dunque la propria marcia alla ricerca di una tranquilla posizione a metà classifica in cui chiudere la stagione. Per il club di Castelfranco invece la missione salvezza rischia di prendere una brutta piega; il Cornedo, terzultimo e con tre partite ancora da recuperare, ora è solo a due punti di distanza.

LA CRONACA - Il primo tempo si dimostra fin da subito equilibrato, come ipotizzato alla vigilia del match, alla luce anche di quello che era stato il bilanciato confronto nel girone d'andata a Vazzola, terminato 2-0 per il Giorgione. Sono i padroni di casa a bussare per primi alla porta dell'avversario, con i tentativi di Cerantola e Duda che non impensieriscono troppo Silvestrin. Il Vicinalis cerca quindi di rispondere a tono con Zecchinello prima e Osmani poi -quest'ultimo infatti al 6' centra il palo dopo aver intercettato la rimessa laterale battuta da Tilal-. Dopo l'ammonizione indirizzata al portiere vazzolese Silvestrin all'11'  per una uscita coi pugni fuori dall'area di competenza, sempre Osmani sfiora il vantaggio ospite dopo aver rubato palla all'avversario, ma risulta provvidenziale l'intervento sulla linea a opera di Cesari che sventa la conclusione del kosovaro. Il Giorgione poi al 13' trova il palo con il giovanissimo Carlos Delmestre, mentre De Zen rischia di trovare la rete del vantaggio Vicinalis, se non fosse per il portiere Pozzobon che sbarra il cammino all'ex Altamarca con un buon intervento. Il tentativo di "Iceman" si rivela però essere il preludio al gol che sblocca finalmente il match; a portare in vantaggio il Miti ci pensa infatti Otero, che conclude una mortifera ripartenza in tre contro uno. Il primo tempo si chiude con il Giorgione che arriva ad accumulare il quinto fallo proprio ad una manciata di secondi al termine della frazione.

Il secondo atto è caratterizzato da un inizio davvero horror per i ragazzi di mister Marani; passano solo nove secondi e Zecchinello con un tiro preciso dalla sinistra sorprende l'estremo difensore avversario per il 2-0 vazzolese. L'impeto del Miti non può tuttavia fermarsi qui, anzi, aumenta ancor più d'intensità. Il Giorgione infatti non sembra essere sceso in campo con la stessa accortezza dei venti minuti precedenti e, come una conseguenza che pare quasi naturale, la formazione allenata da Peruzzetto trova al 5' della ripresa la terza rete; la firma porta il nome di Fatmir Osmani, che recupera palla e insacca di punta col sinistro, vendicandosi così dunque della gioia negata dal palo nel primo tempo. Cerantola, Torres e Delmestre tentano in qualche modo di riportare la sfida su binari più favorevoli per il Giorgione, ma è sempre il Vicinalis a tenere realmente in mano il pallino del gioco.

A questo punto sale in cattedra Andrea Genovese, che con la personale doppietta suggella la 'manita' del Miti: prima al 13' termina, con un tocco sottomisura, un'azione partita da rimessa laterale, poi al 15' dalla sinistra libera una potente conclusione che scheggia il palo e si insacca alle spalle di Artur, subentrato a Pozzobon. I padroni di casa, al 16' cercano e trovano immediatamente una reazione, con Tilal che va facilmente in gol davanti alla porta, servito ottimamente da Cerantola; la rete del classe 1992, a poco meno di cinque minuti dal termine, sembra poter essere il tentativo di imbastire una insperata rimonta, ma alla fine si rivela essere solamente il gol della bandiera.


Ufficio Stampa Miti Vicinalis