Il Sulmona si prende la Serie B a suon di gol: un traguardo storico per il futsal peligno e ovidiano

Era una festa annunciata, perchè nessuno avrebbe potuto scommettere che nel giorno più atteso di sempre, il Sulmona avrebbe potuto fallire l’appuntamento con lastrica promozione in Serie B. E infatti, a Silvi Marina, al termine della partita con la Dynamo Faras, inevitabilmente travolta con undici gol (a zero), la festa è scoppiata. In campo con il grande abbraccio che ha coinvolto giocatori e dirigenti, e sugli spalti, con i tifosi che hanno potuto finalmente liberare l’urlo di gioia per il grande traguardo conquistato.


Conquistato contro una pattuglia di avversarie di grandissimo spessore, a cominciare dallo Sport Center Celano, che fino all’ultima giornata ha tenuto la capolista col fiato sospeso; per passare ali Futsal Celano, che ha dimostrato le sue capacità vincendo la Coppa italia e arrivando sino alle soglie della Final Four nella rassegna nazionale; per arrivare ad Atletico Silvi e Futsal Lanciano, sfidanti che non hanno mai abbassato la guardia, senza dimenticare Hatria Team e Minerva, capaci di giocarsela a viso aperto in ogni circostanza. Soprattutto a Popoli dove, malgrado le ingenti difficoltà logistiche e organizzative, il Sulmona ha costruito le basi di questo trionfo che riporta l’area peligna nel mondo nazionale del futsal dopo le esperienze passate di Raiano e Sagittario Pratola.


Negli highlights e le interviste (CLICCA QUI) ai protagonisti realizzate dai colleghi di Sulmona Oggi, che hanno raccontato dal primo minuto la stagione degli ovidiani del presidente Roberto Cicerone, le emozioni di una festa che ha rappresentato la più dolce delle ciliegine sulla grande torta di un’annata indimenticabile  e forse irripetibile.