breaking news

13/03/2021 23:59

Il Syn-Bios torna dalla Capitale con un pari (3-3): Fornari a 12’’ dalla sirena riacciuffa l’Aniene

Il futsal è uno sport che sa regalarti grandi gioie, ma può arrecarti anche cocenti delusioni. L’Aniene, nella ventitreesima giornata, non va oltre il 3-3 contro la Syn-Bios Petrarca, che trova il pari con Fornari a soli 12” dalla sirena.

 

PRIMO TEMPO - La banda di Micheli, appena tornato sulla panchina giallonera, parte subito forte, con Taloni e Javi Roni a bussare alla porta difesa da Moretti. L’Aniene continua a spingere e a 2’30”, su calcio d’angolo battuto da Taliercio, Raubo trova la deviazione decisiva su conclusione al volo da fuori e sblocca il tabellone del To Live. Il primo intervento di Tondi si registra a 4’55”, su tiro angolato di Parrel. L’angolo che ne deriva, però, risulta fatale ai capitolini: Rafinha serve un assist al bacio a Fellipe Mello, che trafigge, in volée, l’estremo difensore avversario. L’Aniene non ci sta e accelera i ritmi: Taliercio, su azione in velocità, calcia un autentico rigore in movimento, ma il portiere della Syn-Bios devia la sfera quel tanto che basta per evitare la rete. A 11’35” viene premiata la pressione dei padroni di casa: su lancio lungo di Tondi, Biscossi addomestica la sfera con maestria e, con un pallonetto, supera Moretti in uscita. Il Padova rivuole il pari e a 15’32” lo trova: Victor Mello serve Fornari su rimessa laterale, il pivot si gira sul posto e lascia partire un destro improvviso che non lascia scampo a Tondi. Cabeça, a 30” dalla fine, si smarca al limite dell’area, ma il suo tentativo non ha la giusta potenza e viene inghiottito agevolmente dall’estremo difensore ospite.

 

SECONDO TEMPO - Alba, dopo mezzo minuto dall’inizio della ripresa, mira l’angolino, ma Tondi neutralizza in spaccata. Dopo la ghiotta occasione sciupata da Javi Roni, Raubo, a 4’30”, firma la sua personale doppietta: il numero 7 dell’Aniene recupera palla a centrocampo e, in velocità, si porta a tu per tu con il portiere del Petrarca e non sbaglia. Il vantaggio restituisce serenità all’Aniene, che mantiene in controllo la partita per i successivi 7 minuti. Joselito, a 11’30”, serve Victor Mello, che impegna il 22 giallonero in allungo. Sarà il primo di una lunga serie di interventi prodigiosi da parte di Tondi: Parrel, Victor Mello, Rafinha e Fornari, mettono a dura prova il portiere di casa, che si supera ogni volta. A 2” dalla fine, Giampaolo si gioca la carta del 5vs4 con il suo 18. Il Petrarca schiaccia la Aniene, ma i ragazzi di Micheli difendono il 3-2 con le unghie e con i denti. Tondi, a 20”, compie un’altra parata provvidenziale sull’11 ospite. A 12” dalla sirena, però, arriva la beffa per l’Aniene: Victor Mello, su passaggio di Parrel, fa il velo per Fornari, che scaraventa la palla in fondo al sacco. Per l’Aniene, la vittoria sfuma proprio sul più bello. I capitolini, tuttavia, guadagnano un punto sul Pescara penultimo e si preparano all’ostica sfida del PalaPizza contro i campioni d’Italia in carica del Pesaro.

 

ANIENE-SYN BIOS PETRARCA 3-3 (pt 2-2)
ANIENE: Tondi, Raubo, Taloni, Taliercio, Javi Roni, Anas, Daniel, Abdala, Battistoni, Pilloni, Biscossi, Pezzin, Cabeça, De Filippis. All. Micheli
SYN-BIOS PETRARCA: Moretti, Alba, Fornari, V. Mello, Rafinha, Vianello, F. Mello, Farisato, Vitale, Parrel, Joselito, Bastini, Bargellini, Alves. All. Giampaolo
ARBITRI: Daniele Di Resta (Roma 2), Walter Suelotto (Bassano del Grappa). Crono: Giuseppe Lamorgese (Roma 2)
MARCATORI: pt 2'30'' Raubo (A), 4'58'' F. Mello (P), 11'35'' Biscossi (A), 15'32'' Alba (P), 4'30'' st Raubo (A), 19'48'' Fornari (P)
NOTE: ammoniti Alba (P), Battistoni (A), Taliercio (A), Joselito (P), V. Mello (P)

  

Ufficio Stampa Aniene