breaking news New

20/01/2021 09:28

Il Velletri dura solo un tempo, ma passivo troppo severo: la Fortitudo mette il turbo nella ripresa

Dura solo un tempo la “garra” del Velletri che tiene testa alla Fortitudo Pomezia, per poi arrendersi nella seconda parte della gara. Il risultato finale è largo a favore dei rossoblu pometini, ma troppo severo, se si considera che il Velletri a più riprese ha mancato sottomisura almeno tre palle da gol nitide, sventate dal giovanissimo Ponzo subentrato a Pacioni verso la fine del primo tempo. Comincia male quindi il girone di ritorno per i biancoblù che sabato, tra l’altro incontreranno la Cioli Ariccia per il derby del girone.

 

Dopo un avvio con un paio di azioni per parte al 3’ arriva il gol del Pomezia. Il Velletri in pressione libera al tiro prima Kaci e poi Proja ma il portiere del Pomezia respinge, sulla ripartenza dell’azione Dornelles scappa via e poggia sul secondo palo per Galera che deposita la palla in rete. Un minuto più tardi capitan Kaci su punizione lascia partire un bolide che sorprende il portiere ospite che d’istinto alza il braccio e intercetta il pallone. Sul capovolgimento di fronte Potrich tira forte, Donazzolo respinge, irrompe Zullo, ma Maicol Montagna sulla linea respinge la sfera.

 

Proprio Montagna al 6’ si libera su angolo ma il suo diagonale lambisce il palo. Un minuto più tardi è Acchioni a liberarsi sulla banda ma il suo tiro finisce alto. Il gioco scivola via con azioni da ambo le parti ma senza impensierire troppo i due portiere. Al 15 arriva il meritato però pareggio del Velletri. Maicol Montagna scappa via sulla banda mette in mezzo la sfera sulla quale si avventa Cedroni che batte Pacioni. Due minuti più tardi Pacioni si infortuna ed entra il giovane Ponzo che, nel secondo tempo salverà in più occasioni la porta del Pomezia. Ad un minuto dal termine, quando ormai si aspettava solo il suono della sirena il Pomezia passa in vantaggio. Un tiro non irresistibile di Vicalvi vede un intervento di Donazzolo strano che fa impennare il pallone che finisce sul secondo palo dove irrompe Djelveh che deposita la sfera nella porta sguarnita. L’avvio di ripresa è tutto di marca rossoblù. Neanche due minuti di gioco ed il Pomezia trova la terza rete con Dalla Valle. Il Velletri reagisce e al 4 riapre la partita. Kaci libera Cedroni che tira forte, la palla viene respinta ma si avventa Proja che deposita in rete.

 

La gioia del gol però non dura poco più di un minuto. Zanobi vince un rimpallo dopo una punizione e anticipa Donazzolo in uscita siglando il gol del 2-4. Il Velletri tenta l’ennesima reazione, ma subisce all’8’ la quinta rete. Palla persa a centrocampo e in ripartenza Potrich si fa trovare libero segnando a porta vuota. A questo punto il Velletri carica a testa bassa e tra il 9 e il 16 produce diverse palle gol, col Pomezia a difesa del vantaggio e a copertura della porta. All’11 Proja si libera scende centralmente ma il suo tiro finisce fuori sull’uscita del portiere. Trenta secondi dopo è Kaci a liberarsi ma Ponzo respinge di piede. Break del Pomezia ma Donazzolo fa buona guardia. Al 14’ Montagna imbuca Kaci ma il suo tiro è fuori di pochissimo. Trenta secondi dopo scambio Kaci, Maicol Montagna, con quest’ultimo che si libera e tira a botta sicura, ma il portiere ancora respinge di piede.


A quattro dal termine e con cinque falli sulle spalle, il Velletri gioca la carta del portiere di movimento. Il Pomezia si copre e al 16’ con un giro palla veloce trova la sesta rete con Zullo. Il Velletri con il quinto di movimento arriva al tiro ma Ponzo non si fa sorprendere e allo scadere arriva il tiro libero a favore del Pomezia che Zullo trasforma per il definitivo 2-7. Sabato Il Velletri affronterà la capolista Cioli, sconfitta a Colleferro ultima in classifica. Risultato sorprendente, come sorprendente il pareggio del Mediterranea in casa dell’Eur Massimo. Un girone di ritorno che si preannuncia combattuto quindi e non privo di sorprese.


Ufficio Stampa Velletri