Il Vicinalis non si concede distrazioni e vince ancora: settebello in trasferta con il Maniago

In terra friulana il Vicinalis centra un altro successo, la terza vittoria consecutiva. Nonostante i ritmi forzati a cui sono costretti sottostare a causa di un calendario molto fitto, per il momento i giocatori  biancorossi sembrano tenere botta.

LA PARTITA - I ragazzi di Peruzzetto premono subito sull’acceleratore. Al 7′ Osmani, sfortunato, prende il palo. Al 10′ viene chiamato il timeout dalla panchina degli ospiti che sembra sortire un certo effetto; il Miti infatti scende di nuovo in campo e all’11’ trova il gol che sblocca la gara, grazie a Genovese che dentro l’area non lascia scampo al portiere avversario.

Al 14′ Kamencic centra la traversa mettendo un brivido ai biancorossi. Quest’ultimi però non si scompongono e un minuto dopo mettono a segno il 2-0 con un tacco meraviglioso di Laino che davanti alla porta beffa il Maniago. Il primo tempo si chiude con un giallo per Kamencic e la chiamata del timeout per i padroni di casa.
La seconda frazione si apre invece nel segno di capitan Zecchinello. Al 2′ e al 4′ della ripresa ‘Dado’ segna i gol della personale doppietta, prima fiondandosi a rimorchio su un pallone giunto al limite dell’area e poi, a pochi metri dalla porta, da posizione defilata sulla destra, arrivando a colpire la palla in caduta. Pochi secondi dopo viene ammonito il numero 14 di casa, Chivilo.
Per cinque minuti abbondanti non accade nulla degno di nota, fino al 32′, quando Wade, approfittando anche della respinta del portiere avversario, in piena area non si fa trovare impreparato e deposita la palla per il momentaneo 0-5; è il primo gol con la maglia della squadra maggiore per il giovane talento classe 2001.

La “manita” del Vicinalis è un bello schiaffo che risveglia lo spirito battagliero del Maniago. Tra il 32′ e il 36′ difatti i padroni di casa vanno in gol con Kamencic e Moras, dopodiché imbattono nella seconda traversa del match.
Al 38′, dopo l’ammonizione di Kovacic, il Maniago accorcia ancor di più le distanze con un gran gol di Borsatti che salta due avversari e beffa De Longhi con un pallonetto che vale il 3-5. Sempre al 38′ ci pensa Otero a cacciare via fantasmi e cattivi presagi: passano pochi secondi dal gol avversario e il numero 4 uruguaiano su calcio di punizione, vedendo l’estremo difensore distratto che ha lasciato la porta sguarnita tenta la conclusione diretta e firma il 3-6. Di chiudere la pratica si incarica invece Secchieri che al 19′, dopo un dialogo con Zecchinello, a pochi passi dal secondo palo, pone il sigillo sull’incontro con il gol del definitivo 3-7.

Il Miti Vicinalis ha tirato fuori un’altra buona prestazione contro una squadra che, nonostante occupi attualmente l’ultima posizione in classifica, rappresentava tuttavia un avversario complicato da affrontare.
I tre punti ottenuti in Friuli serviranno sicuramente ad arrivare con la giusta fiducia alla prossima partita, la trasferta di sabato a Sedico contro la Giorik che darà ufficialmente il via al girone di ritorno del campionato.

MANIAGO-MITI VICINALIS 3-7 (pt 0-2)

MANIAGO: Paties, Chivilo, Borsatti, Rosset, Quarta, Kamencic, Measso, Naibo, Moras, Kovacic, Figueiredo, Fabbro. All. Polo Grava
MITI VICINALIS: De Longhi, Zecchinello, Otero, Wade, Genovese, Laino, De Zen, Secchieri, Osmani, Vendrame, Modolo, Fasanella. All.Peruzzetto
MARCATORI: pt 11’ Genovese (MV), 15’ Laino (MV), st 2’ e 4’ Zecchinello (MV), 12’ Wade (MV), 12’ Kamencic (M), 14’ Moras (M), 17’ Borsatti (M), 18’ Oterop (MV), 19’ Secchieri (MV)


Ufficio Stampa Miti Vicinalis