Il Vicinalis produce tanto ma non concretizza nulla: all'Isola5 basta Concato per passare a Vazzola

Nonostante le molte occasioni create i tre punti restano per il momento un tabù per il Vicinalis. La formazione ospite invece si è difesa bene, concretizzando con grande cinismo le opportunità in alcuni casi anche regalate dall'avversario. 

LA CRONACA - Il match viaggia su ritmi alti; l'intensità con cui si muovono i giocatori sul rettangolo da gioco è sorprendente nonostante l'incontro sia il primo dopo la sosta natalizia. È il Miti Vicinalis a fare la partita, impugnando il pallino del gioco e gestendo inevitabilmente il pallone. L'Isola5 riesce comunque in più di un'occasione a liberarsi dall'aggressiva pressione dei trevigiani, impensierendo il manipolo di giocatori vazzolesi con insidiose ripartenze. Gli uomini di Peruzzetto si rendono pericolosi soprattutto durante le iniziative di Lahaye e Santos e le conclusioni di De Zen. Per il quintetto ospite la più nitida occasione la produce Concato, quando al 16' centra la traversa.

La seconda frazione del match, con un Vicinalis offensivo e un Isola sugli scudi, presenta pressoché il medesimo copione. Nel testo infatti a variare è una sola virgola, che risulta però determinante ai fini del risultato. È l'8' della ripresa quando Concato firma una rete da cineteca insaccando al volo lo spiovente da calcio d'angolo di André Siviero. Il Miti Vicinalis ci prova con tutte le proprie forze a bucare la porta protetta da Gonella, ma la sfortuna e l'imprecisione, specialmente nella rifinitura e nella capitalizzazione delle diagonali, comportano l'ennesima bruciante sconfitta, dopo una gara dominata sul piano del possesso e delle conclusioni in porta. 

IL COMMENTO - Come abbiamo detto, la formazione vazzolese ha fatto la partita tanto che le occasioni sciupate, anche le meno clamorose, sono impossibili da contare su tutte e dieci le dita. È stata sorprendente però l'intensità dei padroni di casa che, dopo aver trascorso la sosta natalizia in isolamento per alcuni casi positivi al Covid, si sono potuti allenare solo nella settimana della partita e nonostante questo non si sono mai risparmiati nell'arco dei quaranta minuti. L'Isola 5 dal canto suo è stato in grado di leggere i momenti giusti per sfruttarli al meglio e portare a casa una pesante vittoria di "corto muso". 

Il Miti Vicinalis, complice la sconfitta del Sedico contro il Pordenone, anche se a pari punti con i bellunesi, si mantiene fuori dalla zona della retrocessione diretta. I ragazzi di Cristian Stefani riescono invece a balzare nella zona play-off, scavalcando il Palmanova. I trevigiani sono ora attesi sabato prossimo a Belluno per affrontare la Canottieri mentre l'Isola5 accoglierà la Tiemme Grangiorgione, andando così a chiudere i rispettivi gironi d'andata. 


MITI VICINALIS - ISOLA 5 0-1 (pt 0-0)

MITI VICINALIS: Vendrame, Otero, Wade, Genovese, Laino, De Zen, Santos Castellón, Lahaye, Silvestrin, Mabchor, E.Peruzzetto, Zuliani. All. A.Peruzzetto

ISOLA 5: Veloteri, Sbicego, Zolin, De Amici, Paulinho, Concato, Siviero, Fink, Dal Grande, Gonella, Negro, Gennarelli. All. Stefani

ARBITRI: Finotti di Rovigo, Masoumi Lari di Potenza. Crono: Fior di Castelfranco

MARCATORE: st 7'27" Concato (IS)

NOTE: ammoniti Santos Castellón (MV), Lahaye (MV), Sbicego (IS), Siviero (IS)