Italservice Pesaro, l’attesa è finita. Colini non si fida del Pescara: “Avversario pericoloso”

Finalmente. Finalmente. Finalmente! L’Italservice Pesaro torna in campo per quella che da tutti è ritenuta la competizione più affascinante della stagione. Più importante dello Scudetto? Ognuno ha la sua idea, ma per come è formulata, a detta di tutti è la più… sexy.

Quarti per le magnifiche otto, semifinali e finali per chi sarà meritevole. Sette partite in quattro giorni, da bere tutte d’un fiato. Sperando che l’Italservice Pesaro sappia essere protagonista. Prima sfida: domani alle 11 quarti di finale contro il Pescara. Chi vince passa, chi perde è fuori. Prima di affidare la presentazione del match a mister Colini però, riaffiorano alcuni ricordi e apriamo una parentesi. Nell’ultima finale disputata i biancorossi vennero sconfitti nell’ultimo atto dall’Acqua&Sapone: era il marzo del 2019, nessuno sapeva ancora cosa fosse il Covid (non smetteremo mai di maledirti, infame!) e i biancorossi al termine di una grande prova furono sconfitti 1-0.

L’anno scorso la Coppa non si è giocata per il lockdown, mentre quest’anno il Covid ha colpito l’Italservice proprio alla vigilia della nuova Final Eight. Ma Pesaro è stata più forte anche del contagio e nonostante le paure delle settimane scorse, domani sarà in campo. Al completo. Con una voglia matta di dare tutto. Chiusa parentesi.

“Abbiamo superato un periodo molto difficile legato al Covid – racconta mister Fulvio Colini. - Mezza squadra positiva, l’altra metà costretta in quarantena imposta dall’Asur. Abbiamo interrotto il nostro filo mentale che ci aveva portato in quattro mesi ad essere in forma straordinaria e al primo posto in Serie A. Adesso dobbiamo recuperare testa e gambe per affrontare questa manifestazione a rapido svolgimento, cominciando da domani con una partita molto difficile. Ci attende nei quarti una squadra come Pescara che fa dell’abbassare i ritmi la sua arma migliore. Noi dovremo cercare di alzarli, ma in queste condizioni non sarà semplice”.

Preoccupazioni?

“La tenuta atletica. Le gambe risentiranno sicuramente della lunga pausa. Pochi allenamenti alla vigila di questa Coppa non possono averci riportato al top, inevitabilmente. Mentalmente invece dobbiamo evitare di strafare, cosa che potremmo essere portati a fare per eccesso di foga”.

Di fronte ci sarà sicuramente un Pescara agguerrito.

“Saranno ancor più incentivati a fare un grande risultato per dare una chiave positiva a questa stagione che li ha visti retrocedere in campionato, dove hanno avuto delle difficoltà, seppure contro le grandi squadre spesso hanno fatto bene. Basti pensare alle vittorie contro Padova e Sandro Abate, battuto sia all’andata che al ritorno. Senza dimenticare che a Pesaro ci hanno fatto soffrire fino all’ultimo secondo. E’ una avversaria pericolosa”.

Invece l’Italservice, consapevole delle sue condizioni, cambierà atteggiamento?

“No, noi faremo quello che facciamo sempre. Semmai dovremo essere bravi nelle letture nel corso della gara, pronti ad intervenire se necessario”.

Avanti tutta Pesaro.

“Noi andiamo sempre in campo per cercare di vincere. Speriamo che le gambe ci permetteranno di farlo”.

Diretta della partita su PMGsport Futsal e in tele su Rossini Tv, canale 633 nelle Marche. Forza ragazzi, forza biancorossi: Pesaro e tutte le Marche fanno il tifo per voi, anche se da casa.

 

Ufficio Stampa Italservice Pesaro