Italservice sulle montagne russe: Canal e De Oliveira ribaltano il Melilli, primo cin-cin rossiniano

Succede di tutto al PalaFiera di Pesaro. Ciò che più conta però è che l’Italservice batte il Città di Melilli 4-3, conquistando così la prima vittoria stagionale e salendo a quota 3 punti in classifica. Un successo di platino, conquistato lottando e soffrendo fino all’ultimo respiro.

I biancorossi, guidati in panchina da mister Davide “Daffo” Bargnesi, complice la squalifica di Fulvio Colini, si presentano alla sfida nuovamente con una rosa fortemente rimaneggiata a causa delle tante assenze per infortuni. Dimostrando però il solito grande cuore.

LA CRONACA - L’Italservice Pesaro parte forte, fortissimo, sbloccando la gara al primo giro di orologio: De Oliveira e Murilo Schiochet mostrano un’intesa perfetta e quest’ultimo gela l’estremo difensore Manservigi per la rete dell’1-0. Il raddoppio arriva poco dopo e combacia con la prima marcatura del finlandese Kytola nel nostro campionato. Sembra tutto facile, ma il pomeriggio diventa improvvisamente complicatissimo. Rizzo inventa per Pizetta a metà frazione che accorcia così le distanze. Rizzo è scatenato e trova la rete del 2-2 a pochi secondi dalla sirena.

Nella ripresa, è ancora Rizzo a firmare il primo vantaggio dei siculi. L’Italservice Pesaro accusa il colpo e non potrebbe essere altrimenti in virtù delle poche rotazioni su cui il tandem Colini-Bargnesi può contare. In panchina, c’è anche Canal, ma non in ottime condizioni. Pesaro decide di buttarlo nella mischia, inserendo contemporaneamente il power play. Il fenomeno con la maglia numero 11 ci mette poco a pescare l’incrocio dei pali, realizzando il 3-3 a metà secondo tempo. 

La partita resta vivace, con Manservigi in giornata super. Serve un’invenzione di un altro fuoriclasse, ovvero De Oliveira. Il pivot spara la sfera verso il sette, sigla il 4-3 definitivo e completa la rimonta dei campioni d’Italia. Il Città di Melilli si gioca la carta del quinto di movimento, ma Pesaro regge l’urto nonostante i suoi giocatori siano sfiniti, su tutti l’eterno capitano Tonidandel, “fermato” solo dai crampi negli ultimi secondi di gara.

Alla sirena, è festa grande. L’Italservice vince davanti ai suoi tifosi. Ora la priorità è recuperare più effettivi possibili. La strada è quella giusta però, oggi possiamo dirlo forte!


ITALSERVICE PESARO-CITTÀ DI MELILLI 4-3 (pt 2-2)

ITALSERVICE PESARO: Cianni, Tonidandel, Kytola, De Oliveira, Schiochet, Ugolini, Arcidiacone, Pires, Canal, Dalcin, Lopez, Vesprini. All. Bargnesi.

CITTÀ DI MELILLI: Manservigi, Monaco, Diogo, Rizzo, Pizetta, Marino, Bocci, Tarantola, Gianino, Di Francesco, Spampinato, Spalletta. All. Batata.

ARBITRI: Iannuzzi e Bottini (Roma 1), crono: Cini (Perugia).

MARCATORI: pt 1′ Schiochet (P), 6’55” Kytola (P), 13′ Pizetta (M), 19’30” Rizzo (M), st 1′ Rizzo (M), 8’20” Canal (P), 14′ De Oliveira (P)