breaking news
  • 23/05/2022 23:38 Serie C1 Friuli, playoff: il Naonis batte l'Udinese 4-1, mercoledì la finale col Tarcento
  • 22/05/2022 20:20 Under 17, fase nazionale, girone 2: At.Gubbio-Fenice 1-11, ACSS Mondolfo-Five to Five 15-1
  • 22/05/2022 19:57 Under 15, fase nazionale, girone 2: Bissuola-Bologna 6-11, ACSS Mondolfo-San Giovanni 6-2

16/01/2022 10:41

Juanillo torna e in 5' stende il Massa: la reazione apuana sbatte su Villano, Mestre vola al comando

Chi scrive è senza voce. Perché a commentare questi ragazzi non ci sono altri modi che vivere appieno le sensazioni che provocano. Un’altalena di emozioni come quelle frutto del successo sul Città di Massa che non torna ridimensionato dalla sconfitta odierna, anzi. 

Aveva fatto bene alla vigilia il ds Mariano Bidoia a sottolineare come i toscani non erano da sottovalutare, anche e non solo perché gli unici ad aver sconfitto il Pistoia, ma anche perché sono un bel gruppo che non molla sino alla fine. Infatti, nonostante il 4-0 del primo tempo, nel secondo con il portiere di movimento che aveva esordito anche nei primi 20’, hanno fatto soffrire la porta di Giovanni Villano, oggi in versione The Wall. E se non fosse stato per quei momenti di confusione che hanno permesso agli ospiti di tornare in partita, unica nota stonata di un pomeriggio storico, forse il Massa si sarebbe potuto arrendere prima. Ma se il Massa non ha mollato, il Campello Motors Città di Mestre non è stato da meno e ha risposto colpo su colpo, segnando una data, appunto, storica, come ricordavamo.

Vittoria e primo posto per il contestuale pareggio del Pistoia in casa contro il Villorba e qualificazione alla fase finale della Coppa Italia di Serie A/2. Sarebbe bastato un punto per raggiungere questo traguardo, ne sono arrivati tre, meglio così.

Finalmente al completo, Mastrogiovanni ha potuto far ruotare più giocatori e si è visto. Ha potuto mettere in campo la forza di Juanillo, la classe di Saul, i dribbling di Mazzon (ma cosa ha fatto sul 5-1?!!!), le chiusure di Bordignon, le cavalcate di Leandrinho, le giocate di Kapa e Crescenzo, la grinta di Biancato, la solidità di Bellomo e i secondi finali per Conte. E il Città di Mestre vola!

LA CRONACA - Si parte con Villano, Bordignon, Saul, Juanillo, Leandrinho. E la presenza del pivot spagnolo si vede subito perché nel giro di pochi secondi, dall’1’11” all’1’24” gonfia per due volte la rete. La prima volta su assist di Saul, la seconda di Leandrinho. La reazione ospite non si fa attendere e Villano al 1’36” salva di petto su Bertoldi e al 3’13” è miracoloso nel recupero sulla linea sul tiro sempre di Bertoldi.

Pericolo scampato ed ecco la terza rete di Juanillo al 4’50”. Sul 3-0 i toscani però non sembrano abbattersi e continuano a cercare la via del gol dalla distanza. Jodas alza sopra la traversa, Quilez impegna Villano, che respinge anche il tentativo di Gonzalez. Leandrinho al 9’36” e al 10’12” potrebbe avere migliore fortuna, ma al 12’12” è ancora Villano che devia sulla traversa la conclusione da fuori di Quintin. Al 13’01” Dodaro respinge un primo tiro, ma non può nulla sulla ribattuta di Saul che è potente all’incrocio, 4-0.

Quinto di movimento messo in capo da mister Aliboni e negli ultimi 40” sembra quasi un tiro a segno. Villano salva sulla linea su Quintin, poi allunga la mano all’incrocio su Quilez, di piede su Jodas e infine di faccia in uscita su Quintin. E il risultato rimane fermo sul vantaggio di 4-0 per gli arancioneri

Nel secondo tempo entra bene il Campello Motors e dopo 25” Dodaro riesce a strappare il pallone dai piedi di Leandrinho lanciato a rete. Ancora il portiere ospite a fermare di petto Bordignon al 1’25”. Più passa il tempo e più cresce la pressione di Massa che prova a riaprire l’incontro. E per farlo serve un errore che arriva al 2’59”. Dopo due tentativi, al secondo Jodas punisce Villano, 4-1. A ristabilire le distanze ci pensa Mazzon al 5’01”. Rimessa laterale, scambio con Bordignon e partenza in dribbling sino a saltare anche Dodaro per appoggiare comodamente in rete, 5-1. Quello stesso Dodaro che salva al 5’52” su Bordignon, mentre è il turno di Villano al 6’07” su Quilez. Al 7’ bello scambio Mazzon, Crescenzo che però apre troppo il diagonale da ottima posizione.

Massa passa ancora al quinto di movimento con Quintin che prende il posto di Dodaro in mezzo al campo. A campo aperto e porta scoperta ci prova prima Crescenzo al 7’40” senza fortuna, quella che invece Villano imbecca al 7’55” quando respinge una conclusione avversaria e poi va a riprendersi la respinta per spazzare. Palla che fila via verso la rete del 6-1!

Gli ospiti non sono ancora domi e al 10’10” Quilez colpisce il palo esterno, mentre Villano non può nulla sulla sua conclusione al 10’57” 6-2. Lo stesso Quilez che invece a porta spalancata spreca malamente dopo il miracolo di Villano su Jodas al 11’54”. Al 13’03” è Jodas che prende un altro palo esterno.

Al 15’40” Saul dalla distanza sembra chiudere il conto sul 7-2, ma invece c’è un’ultima fiammata ospite. Parte tutto da uno degli avversari più intraprendenti, Benlamrabet che sfrutta un paio di indecisioni difensive e accorcia sul 7-4. La palla pesa tantissimo adesso sui piedi degli arancioneri, che devono rimanere concentrati per rintuzzare le folate massesi. Leandrinho avrebbe sui piedi il match point al 17’32” ma Quintin difende egregiamente la sua porta. Ci si mette anche l’autorete del 7-5 di Bordignon al 18’02” a mettere pressione ai nostri, ma a chiudere il conto ci pensa Mazzon che dopo un’altra parata determinante di Villano al 18’46” trova la porta spalancata per il definitivo 8-5. 

Perché il risultato non cambia più con un Villano che stoppa anche l’ultimo tentativo di Gonzalez a un solo minuto dal termine.

Ufficio Stampa Campello Motors Città di Mestre


CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS

CAMPELLO MOTORS CITTA’ DI MESTRE-CITTA’ DI MASSA 8-5 (pt 4-0)

CAMPELLO MOTORS CITTA’ DI MESTRE: Villano, Bordignon, Juanillo, Leandrinho, Saul, Biancato, Mazzon, Crescenzo, Kapa, Conte, Bellomo, Rossato. All. Mastrogiovanni

CITTA’ DI MASSA: Dodaro, Jodas, Gonzalez, Bertoldi, Benlamrabet, Quintin, Quilez, Francini, Quadrelli, Carrozzo, Marangon, Stagnari. All. Aliboni

ARBITRI: Prekaj di Treviglio, Volonterio di Como. Crono: Bontorin di Bassano del Grappa

MARCATORI: pt 1’11”, 1’24” e 4’50” Juanillo (ME), 13’01” Saul (ME), st 2’59” Jodas (MA), 5’01” Mazzon (ME), 7’55” Villano (ME), 10’57” Quilez (MA), 15’20” Saul (ME), 16’09” e 16’49” Benlamrabet (MA), 18’02” Bordignon (autorete, MA), 18’46” Mazzon (ME)

NOTE: ammoniti:Kapa (ME), Quintin (MA), Jodas (ME), Crescenzo (ME), Gonzalez (MA)