breaking news New
  • 04/03/2021 19:15 #SerieB: tre positivi nel gruppo squadra del Montesicuro, rinviata la gara col Cesena
  • 04/03/2021 18:15 #GiudiceSportivo: il Bagnolo non si presenta, tre punti d'ufficio al Modena Cavezzo
  • 04/03/2021 18:08 #GiudiceSportivo: la Cioli Ariccia non si presenta in orario: 6-0 d'ufficio per la Jasna
  • 04/03/2021 18:07 #GiudiceSportivo: reclamo respinto, omologato il risultato di Sala Consilina-Spartak
  • 04/03/2021 11:43 Serie A, cambia l'orario del recupero: Real San Giuseppe-Meta si gioca il 16 marzo alle 16

08/01/2021 18:00

L’Altamarca non vuole smettere di sognare. Ouddach: “Contro l’Udine sarà un’altra battaglia”

Otto su otto, la capolista non sbaglia. Non era facile in casa del Cornedo, non è stato facile in casa della Canottieri Belluno. Hamza Ouddach, è un momento fantastico per lo Sporting Altamarca.  

“Abbiamo dato il massimo per aggiudicarci anche questa vittoria. La Canottieri è una squadra molto fisica e noi abbiamo cercato di non farci intimorire, usando la tecnica e non facendoci scappare nessuna occasione.

-Due vittorie ravvicinate in trasferta ed è importante centrare il bottino pieno anche fuori casa.

“Abbiamo incontrato degli avversari molto bravi, ma noi abbiamo interpretato le partite in maniera giusta e con molta concentrazione. Ogni partita la consideriamo come se fosse la finale”.

-È un tour de force quello che vi attende: altre due gare ravvicinate, stavolta in casa, contro Udine City e Rovereto: fisicamente come sta la squadra? Può influire il fatto di giocare così tante gare ravvicinate?

“Sappiamo bene che ci attendono giornate molto impegnative, in quanto molto ravvicinate tra loro. Le squadre sono preparate e quindi puntano tutti a fare punti specialmente contro di noi, ma come ho detto prima, l’importante è non perdere la nostra filosofia e la nostra concentrazione fisica e mentale. La mia squadra fisicamente sta bene, ci alleniamo tanto per tenere ritmo a tutte le partite”.

-A proposito dell’Udine city, che partita ti aspetti?

“Mi aspetto un Udine fisico, aggressivo ed assetato di punti. Dal canto nostro arriviamo preparati per questa partita. Sarà una decisamente una sfida agguerrita. Personalmente sono abbastanza soddisfatto delle mie prestazioni, devo fare ancora di più, non mi accontento e so che posso dare ancora molto a questa squadra. Lo Sporting per me è la mia prima casa e questo fa sì che io ne abbia un debole. Quando indosso la maglia, sono fiero di portarla. La società è molto organizzata, per ogni eventualità e sta attenta molto alle esigenze dei suoi giocatori, questo ti dà una marcia in più. Siamo una squadra di giovani, ma nonostante questo abbiamo giocatori con esperienza. La classifica non la consideriamo ancora, è presto per valutare qualsiasi cosa, per noi l’importante è dare il meglio e lavorare al massimo con mister Kim”.

 

(foto: Priarollo)