L'Hellas suda le sette camicie a Cornedo: Tirapo Sanz e Leleco la risolvono negli ultimi minuti

Giornata più che positiva per l’Hellas Verona che è riuscita ad espugnare il difficile campo del Cornedo per 7-5 al termine di una partita incerta ed equilibrata fino alla fine. Vittoria preziosa quanto sofferta per i gialloblù che si sono trovati davanti un avversario tosto, mai domo e capace di lottare su ogni pallone con caparbietà. La differenza in campo l’ha fatta l’esperienza e la capacità di sfruttare meglio gli errori dell’avversario.


LA CRONACA - Primo tempo intenso con continui ribaltamenti di fronte. Dopo appena 2’ l’Hellas passa in vantaggio con Tirapo Sanz che sfrutta al meglio un’ingenuità della difesa bluamaranto. I gialloblù sono aggressivi su ogni palla, ma il Cornedo non è da meno e alla prima occasione pareggia con Boscaro che approfitta di un’uscita a vuoto di Fontaniello, poi ammonito. L’Hellas non demorde e si proietta in avanti, alla ricerca del gol: ci provano prima Amoroso e poi Ziberi, senza successo.


All’8’ il Cornedo passa in vantaggio con un assist di Boscaro per Degeneri, lasciato inspiegabilmente tutto solo. Subito dopo la squadra vicentina ha la possibilità di aumentare il punteggio ma Degeneri manca di poco il raddoppio. Lo stesso giocatore poco dopo, con un colpo di testa, scheggia la traversa. 


L’Hellas sembra stordito, ma con il passare dei minuti riordina bene le idee e ricomincia giocare con più sicurezza e determinazione. Bravo l’ex Marzotto che interviene su Leleco, Amoroso e Manzali negando il pareggio scaligero. Non da meno è Fontaniello che al 14’ salva la propria porta due volte. Al 16’ finalmente arriva il pareggio dell’Hellas con Ziberi bravo a farsi trovare pronto sul secondo palo.


Ancora tante emozioni nella ripresa dove si assiste ad una partita intensa con il risultato incerto fino alla fine. Al 5’ l’Hellas Verona passa in vantaggio con Rocha grazie ad una deviazione di Gonella che alza la palla sopra Marzotto. La partita prosegue con occasioni sia da una parte che dall’altra. All’8’, dagli sviluppi di un calcio di punizione, il Cornedo pareggia con Grigolato. Il Cornedo dimostra di essere una squadra ostica e l’Hellas fatica non poco a trovare le trame giuste per andare alla conclusione. A 9’ il tiro di Leléco si stampa sul palo ma poco dopo, al 10’, gli scaligeri passano in vantaggio su rigore con Manzali che firma il 4-3. 


Immediata la reazione dei bluamaranto che pareggiano di nuovo con Brancher direttamente da fallo laterale. La partita è intensa senza esclusioni di colpi. Al 12’ il Cornedo va vicino al vantaggio, ma sulla rimessa l’Hellas segna con Ziberi il 5-4. Poco dopo erroraccio di Marzotto che permette a Tirapo Sanz di siglare il sesto gol gialloblù. Ma non è finita perché il Cornedo, con il portiere di movimento, accorcia le distanze con Grigolato e riapre di fatto la partila. L’Hellas soffre l’uomo in più del Cornedo, ma si dispone bene in campo, e sull’errore dei vicentini, Leléco segna il 7-5 finale.


Felice Gattamelata (L’Arena)



FUTSAL CORNEDO – HELLAS VERONA 1903 5-7 (pt 2-2)

FUTSAL CORNEDO: Marzotto, Matteo Pretto, Brancher, Suksomkorn, Degeneri, Grigolato, Fahmi, Soldà, Gonella, Filippin, G. Boscaro, S. Boscaro. All. Dal Cason

HELLAS VERONA 1903: Fontaniello, Dal Corso, Leleco, Gyedu, Ziberi, Amoroso, Manzali, Tirapo Sanz, Buonanno, Rocha, Mazzoni, Donin. All. Milella.

ARBITRI: Copat di Pordenone e Mosconi di Cesena; crono: Bontorin di Bassano del Grappa.

MARCATORI: pt 2’ Tirapo Sanz (HV), 4’ G. Boscaro (FC), 8’ Degeneri (FC), 16’ Ziberi (HV), st 5’ Rocha (HV), 8’ Grigolato (FC), 10’ Manzali (rigore, HV), 12’ Brancher (FC), 12’ Ziberi (HV), 15’ Tirapo Sanz (HV), 16’ Grigolato (FC), 19’ Leleco (HV).

NOTE: ammoniti Fontaniello (HV), Rocha (HV), Brancher (FC), Amoroso (HV), Dal Corso (HV), Suksomkorn (FC)