breaking news

27/03/2022 21:00

L'Italservice la ribalta in due minuti e si conferma: Olimpus ko, è il sesto titolo consecutivo

Ancora un titolo, il sesto consecutivo per l'Italservice Pesaro. Alla Emilia-Romagna Arena di Salsomaggiore Terme i biancorossi superano 2-1 in rimonta l'Olimpus. I gol della gara arrivano tutti nel finale: Blues avanti a 4' dalla sirena con il diagonale di Dimas, poi pari di Borruto con il portiere di movimento. Il gol partita lo segna Taborda dopo l'espulsione di Caio Junior. Per l'Olimpus, oltre al rammarico della sconfitta, rimane la consapevolezza di essere un top team di questo campionato e un Ducci superstar, che si prende anche il titolo di MVP dell'evento. 

LA PARTITA - C'era da aspettarsi una finale tattica, equilibrata, dura, e così è stata. Nel primo tempo l'equilibrio regna sovrano, con le due squadre che non tolgono mai il piede e lottano davvero su ogni pallone. Il primo squillo della partita lo firma De Oliveira dopo una manciata di minuti, ma il pallone finisce fuori di poco. Al 4' l'Olimpus risponde: Salas buca l'intervento e Dimas prova a scavalcare con un pallonetto Espindola, che risponde presente. Ancora Dimas è pericoloso ma c'è sempre Espindola, stavolta con i piedi, a dirgli di no. Una delle migliori occasioni per la squadra di Colini la costruisce al 9' della prima frazione con De Oliveira che, sugli sviluppi di un calcio di punizione, viene imbeccato centralmente ma trova sulla sua strada ancora un Ducci perfetto. L'Italservice Pesaro poco dopo colpisce un legno, Nicolodi prova a rispondere, poi si fa male Bagatini, che è costretto a lasciare il campo. Prima dell'intervallo però non c'è tempo per altri sussulti, con le due squadre che vanno al riposo sullo 0-0. 

Nella ripresa l'Italservice Pesaro prova a cambiare marcia e cerca di imprimere il suo ritmo alla partita. I rossiniani colpiscono un altro legno, ma poco dopo Dimas scappa, calcia di punta e trova ancora i piedi di Espindola a negargli la gioia del gol. Il ritmo però non decolla perché le due squadre sono accorte e non sempre riescono a trovare lo strappo giusto per cambiare gli scenari. Ai punti però l'Italservice Pesaro fa indubbiamente qualcosa in più: nella ripresa la squadra di Colini infatti si presenta con maggiore continuità e pericolosità dalle parti di Ducci, che però è praticamente perfetto e respinge tutto al mittente. Al 13' Borruto calcia al volo splendidamente e trova un clamoroso incrocio dei pali. Al 16' la partita si sblocca e si accende un finale pazzesco. Caio Junior scodella alla perfezione per Dimas, che da posizione defilata incrocia imparabilmente sul secondo palo: Blues in vantaggio. Qui però l'Italservice non si perde d'animo, Colini inserisce immediatamente il portiere di movimento e la conclusione di De Oliveira si stampa ancora una volta, incredibilmente, sulla traversa. Sembra una serata stregata, poi dopo l'ennesimo palo Borruto riesce praticamente col naso a spingere in porta il gol del meritato pareggio a 55" dalla sirena. Supplementari, direbbe qualcuno, e invece no, perché arriva l'episodio che decide la partita. Caio Junior, già ammonito, commette un fallo ingenuo a centrocampo su Borruto: per gli arbitri è secondo giallo e conseguente rosso. L'Italservice Pesaro è letale e a 29" dalla fine, in superiorità numerica, mette Taborda libero di calciare col piattone e infilare il 2-1. Inutile il portiere di movimento di D'Orto negli ultimi secondi. Finisce così, con l'Italservice che si porta a casa il sesto titolo consecutivo e l'Olimpus che si morde le mani ma esce da questa Coppa con enormi consapevolezze. 


ITALSERVICE PESARO-OLIMPUS ROMA 2-1 (0-0)
ITALSERVICE PESARO: Espindola, Vesprini, Cianni, Melise, Tazine, Tonidandel, Salas, Borruto, Canal, Taborda, Obbar, Cuzzolino, De Oliveira, De Luca. All. Colini
OLIMPUS ROMA: Giammarile, Ducci, Tondi, Tres, Achilli, Bagatini, Mateus, Marcelinho, Nicolodi, Di Eugenio, Rafinha, Dimas, Schininà, Caio Junior. All.D'Orto
ARBITRI:   Dario Pezzuto (Lecce), Nicola Maria Manzione (Salerno), Vincenzo Sgueglia (Civitavecchia), crono: Marco Moro (Latina)
MARCATORI: st 16'01" Dimas (O), 19'05" Borruto (I), 19'39" Taborda (I)
NOTE:  A 19'22" st  espulso Caio Junior (O) per somma di ammonizioni. Ammoniti Tres (O), Tonidandel (I), Caio Junior (O)