La battaglia del PalaManchia premia il Celano: 6-6 e qualificazione. Per l'Alghero resa con onore

Dodici gol, tante emozioni, due squadre che hanno dato tutto senza risparmiarsi, una cornice di pubblico di categoria superiore. Tutto questo è stata la sfida di ritorno dell’abbinamento E della fase nazionale della Coppa Italia di Serie C tra Alghero e Futsal Celano. E’ finita con un pareggio per 6-6, avanzano i marsicani a scapito di un Alghero che dopo la rete di Becca al 4’ della ripresa, sul 4-1 in proprio favore, aveva praticamente la qualificazione in tasca. Invece, in quel momento la squadra di Cimini ha fatto quadrato e ha cambiato atteggiamento, rimontando progressivamente il punteggio e arrivando addirittura a trovarsi sul +2 a meno di 4’ dalla fine: la reazione finale dei padroni di casa è stata premiata e l’suscita di scena del quintetto di Fenu è stata assolutamente onorevole.


LA CRONACA - Il vantaggio dell’Alghero arriva dopo poco più di un giro di lancette. Incomprensione tra Biondi e Dustin Calvet, si inserisce Molina che batte Di Terlizzi. Risponde subito Della Rocca ma Augusto Pilo è pronto. Poi l’errore di Molina su rimessa laterale, intercetta Calvet che di suola appoggia all’occorrente Marianetti che insacca l’1-1. All’8’ diagonale di Marianetti, Augusto Pilo smanaccia in angolo. L’Alghero aumenta la pressione: al 10’ Torres Iborra invoca il rigore per un fallo di mano commesso da Calvet, all’11’ palla centrata da Molina, Fozzi la tocca con il braccio provocando l’autorete di Marianetti, l’arbitro (posizionato a pochi passi) annulla. Ma il 2-1 è nell’aria: 12’, ancora Fozzi per Idili, destro al volo parata acrobatica di Di Terlizzi; sulla rimessa dal fondo altro errore di Biondi che regala la palla a Becca, destro secco nell’angolo ed è 2-1.


Al 13’ botta di prima intenzione di Biondi, Augusto Pilo si oppone; poi Marianetti conquista palla, salta un paio di difensori e appoggia allo smarcato Proietti, controllo e destro che termina fuori di poco. Al 15’ punizione di Torres, Roberto Fiori si fa trovare libero sulla linea laterale vicino alla panchina e si inventa un esterno destro che si infila nell’angolo lontano: 3-1. Al 17’ ancora una leggerezza di Biondi, Roberto Fiori intercetta la palla, lo salta e di sinistro chiama Di Terlizzi ad una parata ai limiti del miracolo. Il celano si fa vedere al 18’: affondo di della Rocca che elude l’uscita di Augusto Pilo ma nessun compagno è pronto in area a girare in rete e Fozzi libera. Si va al riposo con l’Alghero avanti 3-1, qualificazione di fatto rimessa in discussione.


Nel secondo tempo il Celano riparte con uno spirito diverso. Al 2’ laterale di Biondi per il tiro di prima intenzione di Marianetti che Augusto Pilo devia di piede, il portiere algherese poi si accartoccia a terra per neutralizzare un’altra conclusione di Biondi che sembra decisamente più ispirato, tanto che nell’azione successiva converge e di destro scheggia la parte alta del palo sulla sinistra del portiere di casa. Alghero in evidenza al 3’: ripartenza di Fiori per Molina che arriva scoordinato e spreca; poi occasione per Torres, Marianetti ribatte col corpo. Ma l’iniziativa algherese viene premiata al 4’: da Molina in profondità per Becca, che controlla, si gira e in scivolata beffa Di Terlizzi per il 4-1 che vale il passaggio del turno.


Il Celano replica immediatamente e la difesa locale si salva con affanno su un’azione confusa in area conclusa con un salvataggio quasi sulla linea di porta. Poi ci prova Biondi dalla lunga distanza, Augusto Pilo devia in angolo in tuffo. L’azione si sviluppa: da Biondi a Della Rocca per Dustin Calvet, palla sul destro e diagonale millimetrico nell’angolo. 4-2 al 5’. Tutto da rifare per l’Alghero: Molina conclude di poco alto, Torres prova la finezza con un colpo di tacco su rimessa laterale di Becca, con la palla che termina di poco a lato. Ancora una bella giocata di Torres sull’out sinistro e mancino che attraversa tutta l’area spegnendosi a lato. Ma alla prima vera occasione il Celano va nuovamente a segno. E’ l’8’ quando capitan Marianetti raccoglie di forza la sfera e appena superata la metà campo sferra un destro che fa secco Augusto Pilo per il 4-3.


11’: Di Terlizzi è provvidenziale sul colpo di tocco ravvicinato di Daniele Pilo, che al 13’ di destro manda la palla a sibilare di poco a lato del palo, con opportuna deviazione del portiere abruzzese. Il Celano esce dal forcing, peraltro poco produttivo, dell’Alghero e al 15’ pareggia: Biondi batte una rimessa laterale centrando direttamente per la girata di Normanno, che di precisione indovina l’angolo per il 4-4.


Fenu mette Idili come portiere di movimento, ma alla prima rotazione Biondi conquista palla nella sua tre quarti e nonostante lo strattonamento di Molina infila la porta vuota per il primo vantaggio del Celano. Passano 30”, rilancio di Di Terlizzi per Normanno, palla al centro per Biondi che si porta la sfera sul sinistro e insacca il 4-6 (nella foto). Il Celano può chiudere i giochi quando, ancora Biondi, dalla sua area pennella una parabola che sbatte sulla parte superiore della traversa. Sul fronte opposto, palla a Idili che indovina il “sette” per il 5-6. Una scossa per l’Alghero che dopo una manciata di secondi pareggia: Molina appoggia per Becca che infila con un rasoterra Di Terlizzi.


Timeout di Cimini per riordinare le idee e gestire il risultato nel finale di gara, dove si registra il solo tiro di Torres che non viene raccolto da nessun compagno al centro dell’area celanese. Suona la sirena, finisce 6-6 e finisce l’avventura nazionale dell’Alghero. Va avanti il Celano che nella doppia sfida dei quarti se la dovrà vedere con la Napoli Barrese di Ivan Oranges e Bico Pelentir.


ALGHERO-CELANO 6-6 (pt 3-1) 

ALGHERO: Pilo A., Pilo D., Pica, Torres Iborra, Fiori R., Becca, Fozzi, Marogna, Idili, Molina, Canu, Azzalin. All.: Fenu

CELANO: Di Terlizzi, Tramontano, Normanno, Fellini, Sannito, Marianetti, Biondi, Calvet Dustin, Calvet Dylan, Bonari, Della Rocca, Proietti. All. Cimini

ARBITRI: Oggiano di Olbia e Manca di Sassari, crono: Silvestri di Sassari

MARCATORI: pt 1' Molina (A), 3' Marianetti (C), 12'14" Becca (A), 15' Fiori R. (A), st 3' Becca (A), 5' Calvet Du. (C), 8' Marianetti (C), 15' Normanno (A), 15,30" e 16' Biondi (C), 16'30" Idili (A), 16'45" Becca (A)