breaking news
  • 27/11/2021 13:00 Serie B girone F: Alma Salerno-AMB Frosinone rinviata a data da destinarsi per il maltempo
  • 26/11/2021 22:42 Serie A2 maschile: nell'anticipo del girone C il Benevento si impone sulla Mirafin per 6-2
  • 26/11/2021 22:41 Serie A2 maschile, girone A, nel derby sardo vittoria del Città di Sestu sul Monastir: 6-3

21/10/2021 18:56

La Domus pensa in grande (e al Leon). Arengi: ''Il segreto? Pensare sempre di partita in partita''

Gabriele Arengi, portiere della Domus Bresso classe 2000, compiendo parate importanti ha aiutato i compagni a portare a casa tre punti dal difficile campo di Brandizzo, tana dei lupi del Val D Lans.


- Quanta emozione e pressione sentivi per il ritorno da titolare tra i pali della Domus?


"Ritornare titolare è sempre una bella emozione, mi mancava. Un po’ di pressione inizialmente si è sentita, ma per fortuna dopo la prima parata passa tutto e non ci pensi più”.


- Quali sono state le difficoltà, tue e dei compagni, nel riuscire a portare a casa la vittoria da Brandizzo?


"Sapevamo che andavamo a giocare contro una squadra rognosa che debuttava in casa e aveva voglia di rifarsi dopo la sconfitta all’esordio. Nel primo tempo qualche errore e un po’ troppo nervosismo ha complicato la partita, nel secondo però siamo cresciuti e potevamo chiuderla prima, abbiamo creato tanto ma abbiamo sciupato troppo”.


- Da estremo difensore, come valuti la prestazione in fase difensiva dei tuoi compagni?


“E’ andata a tratti, abbiamo permesso di segnare troppi gol nel primo tempo. Invece nel secondo siamo stati molto solidi, permettendo agli avversari di calciare molto raramente, anche nella difesa sul portiere di movimento non abbiamo concesso praticamente nulla”.


- due vittorie nelle prime due giornate, dove può arrivare la Domus a fine stagione?


"Sono state due vittorie importanti e non semplici, noi non ci poniamo limiti, pensiamo di partita in partita e siamo già concentrati per il derby con il Leon di sabato tra le mura di casa. A fine stagione vedremo a che punto arriveremo”.


- Ad ora ci sono quattro portieri in rosa, che clima si è creato in allenamento tra di voi? La concorrenza è di stimolo per migliorare o crea una situazione scomoda?


"In allenamento si è creato un bel clima e c’è molta sintonia. Essere in quattro non è semplice, però la concorrenza è stimolante, ti aiuta a dare sempre il massimo e mettere in difficoltà il mister nelle scelte su chi far giocare”.