breaking news
  • 03/07/2022 12:30 #Serie B, Nicola Masiello è stato riconfermato sulla panchina del Senise

13/04/2022 10:32

La Mattagnanese ci mette l'anima, ma prevale la solidità del Pavia: finisce 4-4, Rovati & C. in F4

La gara di ritorno dei quarti tra Mattagnanese e Pavia era condizionata da quel gap di quattro reti che la squadra toscana era chiamata a recuperare per cercare l’impresa e conquistare per la seconda volta nella sua storia la Final Four della Coppa Italia di Serie C maschile. L’impresa, diciamolo subito, non è riuscita, ma quello che ci preme sottolineare subito è quanto gli uomini di Zudetich ci abbiano provato per tentare di ribaltare le sorti del confronto, affrontando soprattutto la seconda parte del match con lo spirito di chi deve tentare l’impossibile e regalando alla prestazione offerta quei toni di spettacolarità che chiunque apprezzerebbe.


Ma allo stesso tempo sarebbe un errore non riconoscere i meriti di un Pavia che ha disputato una prestazione tatticamente diligente per metà gara, e di grande sacrificio nel corso della ripresa, chiamata a difendere costantemente il quinto di movimento proposto da Zudetich per concretizzare la rimonta. Un Pavia autoritario ma anche ordinato talvolta fino all’essenzialità, che ha saputo pungere quando ne ha avuto l’occasione fornendo una prestazione complessivamente notevole che la eleva a meritevole protagonista della prossima Final Four. Partita che si chiude con un effervescente 4-4, tra i meritati applausi del pubblico del “Gaddo Cipriani” tanto per gli sconfitti quanto per i vincitori, con il 9-5 dell’andata che ha avuto il suo peso nel destino del doppio confronto.


LA CRONACA - Non accade praticamente nulla fino al 6’45”, quando viene accordata una punizione dal limite per un fallo di Secchioni su Rovati, lo stesso numero 3 calcia ma Becchi respinge. All’8’34” mangione impegna a terra Procino sul corner, sugli sviluppi dell’azione la Mattagnanese protesta per un presunto tocco col braccio di Rovati in area. All’11’ Procino respinge coi piedi il tiro di Secchioni e un minuto dopo chiude la strada a Flores lanciato a rete. Il Pavia si fa vedere pericolosamente al 12’46, ma Tricarico perde il tempo cercando l’assist di tacco a Kuster permettendo alla difesa di casa di liberare. Ma è il preludio al vantaggio pavese che arriva al 13’58”: elegante uscita dal pressing che permette di creare una micidiale ripartenza, palla per Droschi che controlla, si gira e insacca sotto la traversa. 


Una batosta per i rossoverdi che al 14’41 prendono anche il secondo gol: il solito Rovati riceve sulla linea dell’area di rigore e infila di precisione sul primo palo per il 2-0 del Pavia. La risposta della Mattagnanese prende forma nel finale di tempo. Al 17’10” Gialluisi centra dalla destra, Droschi in scivolata anticipa Secchioni e manda la sfera sul palo, poi ci pensa Procino a sventare sul successivo tentativo proprio di Secchioni. Ma al 18’39” è Gialluisi a ridare linfa alla squadra di Zudetich: secco l’anticipo su un avversario e gran fendente destro che batte Procino: 1-2 e squadre che vanno al riposo con la sensazione che si assisterà ad un secondo tempo al calar bianco.


Ed infatti la ripresa comincia con la Mattagnanese completamente riversata nella metà campo ospite. Già al primo minuto una puntata di Mangione sibila a lato del palo destro della porta di Procino, palo che invece prende in pieno Kuster sull’altro fronte di gioco, al 2’15”, smarcato da un assist di Tricarico. Passano una decina di secondi ed è l’argentino stavolta a farsi trovare pronto alla deviazione sotto porta su uno scarico dalla destra, con Becchi preso di sorpresa: 1-3. 

 

Zudetich non ci pensa due volte: Mangione portiere di movimento, comincia l’arrembaggio della Mattagnanese che porta il primo frutto al 4’10”: grande giocata di Domingo con un sinistro a incrociare imprendibile per Procino. Palla al centro e al 4’25” è Becchi a salvare ancora la porta mugellana smanacciando il pallone sul mancino del solito Tricarico. La Mattagnanese alza i giri: all’8’33” Nardi, completamento dimenticato, di divora il 3-3 a tu per tu con Procino, poi non si intende con Naldi sprecando un ‘3 contro 1’ lampante. Ma il pareggio è nell’aria e giunge meritato al 9’36”: bella azione di prima, Secchioni per Gialluisi scarico per Mangione e palla in rete per il 3-3.


I padroni di casa sembrano crederci veramente e il Pavia appare in difficoltà. Al 10’22” Procino salva in uscita su Naldi, al 13’41” Gialluisi scambia con Domingo e sferra una botta di sinistro che si insacca sotto la traversa per il 4-3 della Mattagnanese. Vantaggio che dura poco più di un minuto: azione arrembante del Pavia, Rovati prima prende il palo, la palla balla nell’area piccola e ancora il 3 la controlla e la spedisce alle spalle di Becchi. 4-4 al 14’44”. Ma non è ancora firmata la resa, perchè la Mattagnanese cerca almeno di vincere gara-2 e ci va vicinissima al 17’29” ma Procino è spettacolare su Gialluisi, scrivendo di fatto la parola fine sul cammino nella fase nazionale dei fiorentini e aprendo le porte della Final Four di fine mese ai biancorossi di Niccolò Giola.



MATTAGNANESE-PAVIA 4-4 (pt 1-2)

MATTAGNANESE: Francini, Gialluisi, Flores, Nardi, Secchioni, Mangione, Naldi, Domingo, Lamacchia, Bloisi, Becchi, Checchi. All.  Zudetich

PAVIA: Procino, Magnini, Rovati, Kuster, Tricarico, Cavalli, Cimmino, Colombara, Filippi, Droschi, Fazzini, Nucera. All.  Giola

ARBITRI: Sodano e Salmoiraghi di Bologna, crono: Giobbi di Pontedera

MARCATORI: pt 13'58'' Droschi (P), 14'41'' Rovati (P), 18'39''Gialluisi (M); st 2'28'' Tricarico (P), 4'10'' Domingo (M), 9'36'' Mangione (M), 13'41'' Gialluisi (M), 14'44' Rovati (P)