breaking news

20/03/2021 10:55

La Serie C1 riparte: tutte le partecipanti. Sei i campionati che prenderanno il via dopo Pasqua

Alla fine il parto c’è stato. Dobbiamo dirlo molto doloroso e l’epidurale del presidente Gravina sotto forma di numeri e opportunità è stata una vera e propria mano santa. Quanto meno per dare un’idea più di campionato che di torneo laddove le adesioni si sono contate sulle dita di una mano. Ci sono state, ci teniamo a sottolinearlo, molte difficoltà per comporre i raggruppamenti soprattutto al Nord, dove il solo Piemonte ha potuto impostare un programma agonistico contando sulla partecipazione di sette società. Al Centro riparte solo il Lazio con un gruzzolo di squadre importante (quindici), ok al Sud per la Calabria in attesa che la Puglia trovi la quadratura del cerchio: termine fissato alle 19 di lunedì 22 marzo per le risposte affermative delle “ritardatarie” nella speranza di centrare il minimo per instradare un campionato regionale (non è da escludere che ci possano essere contatti con la Campania dove, al momento, con soli cinque “si” l’attività è di fatto dichiarata chiusa).

L’assoluta controtendenza viene dalla Sicilia. Al momento, hanno dato risposta affermativa la quasi totalità delle società in organico. Dall’isola fanno sapere che i club disposti a ripartire oscillano tra i 25 e i 26 dei 28 del roster complessivo della C1, ma si sta lavorando in queste ore per ottenere l’ok anche da parte delle società della sponda orientale che sarebbero riluttanti. Insomma, il miracolo sportivo che potrebbe realizzare Maximiliano Birchler è estremamente significativo: una regione che ha deciso di ripartire per intero merita non solo rispetto per la scelta ma assoluto appoggio per il segnale lanciato a tutto il resto della Penisola. Ma sia chiaro, senza alcuna polemica, perché ricordiamo che nelle linee guida dettate da Gravina era espressamente contemplata la facoltatività della decisione da adottare e la salvaguardia del titolo sportivo per chi sceglieva di sospendere l’attività.


IL NUOVO ORGANICO NAZIONALE - Ma andiamo a vedere nel dettaglio le società, regione per regione (portando dal Nord), che hanno aderito alla ripresa e la composizione dei campionati di Serie C1 che ripartiranno dopo Pasqua. A questo proposito, la tendenza complessiva starebbe individuando nel 17 aprile la data per la prima giornata: tutti i format, vogliamo precisarlo, andranno a conclusione entro il 30 giugno prossimo, termine naturale della stagione sportiva.


PIEMONTE VALLE D’AOSTA - Atletico Taurinense, Aurora Nichelino, Avis Isola, Castellamonte, Polisportiva Pasta, Taurus Futsal, Top Five

LIGURIA - Tigullio Chiavari, Città Giardino Marassi, Futsal Genova, Genoa 1999

LOMBARDIA - Bergamo 

EMILIA ROMAGNA - Dozzese, Forlì, Mader Bologna, Futsal Sassuolo

VENETO - Calcio Padova, Gifema Luparense, Isola 5, P5 Spinea, Tiemme Grangiorgione

TOSCANA - Firenze, Futsal Prato, Signa

LAZIO - AMB Frosinone, Albano, Aranova, Atletico Ciampino, Atletico Grande Impero, Città di Anzio, CCCP 1987, Cortina Sporting Club, PGS Santa Gemma, Real Castel Fontana, Roma Futsal, Spes Poggio Fidoni, Technology C5, Valentia, Vigor Perconti

SARDEGNA - Domus Chia, Quattro Mori, Ussana, Villacidro

PUGLIA - Andria, Barletta, Brindisi, Dream Team Palo del Colle, Noci

CALABRIA - Città di Fiore, Gallinese DL, Maestrelli Reggio Calabria, Polistena C5, Reggio FC, Roccelletta, Sensation Profumerie, Soccer Montalto

SICILIA - La delegazione regionale comunicherà lunedì la composizione definitiva e i nomi delle squadre 


LA COMPOSIZIONE DEI CAMPIONATI - Alla luce delle situazioni regionali e delle disposizioni previste dalle linee guida del presidente della FIGC, sono stati riorganizzati al momento (in attesa della Puglia e, di riflesso, dell’ipotetico ed eventuale abbinamento con le superstiti della Campania) sei campionati, di cui due misti, oltre a un gironcino regionale per la Sardegna. 

Piemonte e Valle d’Aosta - girone unico con Atletico Taurinense, Aurora Nichelino, Avis Isola, Castellamonte, Polisportiva Pasta, Taurus Futsal e Top Five

Liguria-Toscana-Lombardia - Girone A: Bergamo, Città Giardino Marassi, Futsal Genova, Genoa 1999. Girone B: Firenze, Futsal Prato, Signa, Tigullio Chiavari

Emilia Romagna-Veneto - girone unico con Calcio Padova, Dozzese, Forlì, Gifema Luparense, Isola 5, Mader Bologna, P5 Spinea, Futsal Sassuolo, Tiemme Grangiorgione

Lazio - Girone A: AMB Frosinone, Albano, Atletico Ciampino, PGS Santa Gemma, Real Castel Fontana, Roma Futsal, Technology C5, Vigor Perconti. GIRONE B: Aranova, Atletico Grande Impero, Città di Anzio, CCCP 1987, Cortina Sporting Club, Spes Poggio Fidoni, Valentia

Calabria - girone unico con Città di Fiore, Gallinese DL, Maestrelli Reggio Calabria, Polistena C5, Reggio FC, Roccelletta, Sensation Profumerie, Soccer Montalto

Sicilia - Due gironi che non terranno conto delle due, tre società che potrebbero negare la loro partecipazione

Sardegna - Quadrangolare con Domus Chia, Quattro Mori, Ussana e Villacidro senza diritto di promozione


PROMOZIONI - Fermo il disposto che non ci saranno retrocessioni e solamente le società partecipanti acquisiranno il diritto di chiedere l'ammissione ai campionati nazionali della stagione 2021/2022, le squadre vincitrici dei campionati appena elencati otterranno la promozione in Serie B. Per Lazio e Sicilia le promozioni previste saranno, invece, due.