breaking news

26/03/2021 13:43

Lecco, che sfida! Contro la Elledì Fossano la squadra di Parrilla si gioca la vetta della classifica

Il grande giorno è arrivato... Domani al PalaRogeno, fischio di inizio alle ore 16, Lecco ed Elledì Fossano si sfidano nella classica partita che può valere un'intera stagione nell'11^ giornata di ritorno del girone A di Serie B. In palio non solo i consueti 3 punti, ma anche una bella fetta di primo posto che conduce dritti alla promozione in Serie A2. Di fronte due squadre costruite in estate con filosofie diametralmente opposte. I piemontesi, nati dalla fusione di Elledì Carmagnola e Rhibo Fossano, hanno visto le due realtà unire le forze per puntare dritti al salto di categoria, costruendo una rosa esperta e con elementi di grande valore, ulteriormente impreziosita a febbraio dall'arrivo dell'olandese Soufian Charraoui, giocatore di origini marocchini, vero e proprio pezzo da novanta per la categoria.

Dall'altra parte il Lecco di mister Pablo Parrilla, deciso con il tecnico argentino a intraprendere un nuovo percorso dopo un paio di stagioni altalenanti. La società bluceleste ha così deciso di puntare sui giovani per costruire qualcosa che duri nel tempo, alcuni alle prime vere esperienze in una prima squadra, altri con qualche anno di esperienza in più. Due strade diverse che, mese dopo mese, si sono rivelate entrambe vincenti e ora, tra gare rinviate, recuperi e protocolli da seguire, Lecco e Fossano sono pronte a giocarsi la vetta del girone A di Serie B.

A sorridere per il momento sono i blucelesti, primi con un punto in più dei gialloblù e anche con una partita in meno giocata. Decisivi in tal senso i due recuperi della prima giornata di ritorno disputati martedì e mercoledì, con il Lecco vittorioso 6-4 sul campo del Monferrato e l'Elledì caduta 4-2 in Brianza contro il Leon. Entrambe le contendenti hanno vinto sinora 14 incontri, per il resto il Lecco ne ha pareggiato 3 e perse 2, il Fossano pareggiate 2 e perse 4. I piemontesi rappresentano una vera e propria macchina da gol con ben 126 centri in 20 gare disputate, ma con 54 reti subite in 19, i blucelesti rappresentano la miglior retroguardia del girone. Potrebbe essere proprio questa una delle chiavi del match, con la speranza che la difesa lecchese riesca ad arginare le bocche da fuoco ospiti per poi sfruttare tecnica e velocità dei propri ragazzi e conquistare un successo che sarebbe a dir poco fondamentale.




Ufficio Stampa Lecco