breaking news

01/08/2022 12:13

Maccan Prata, la campanella si avvicina. Sbisà: ''Imposteremo il lavoro come lo scorso anno''

Scatterà il 29 agosto la preparazione della prima squadra del Maccan Prata in vista della prossima stagione. Un mese di allenamenti per farsi trovare pronti e in condizione al via del campionato, previsto per il 1° ottobre. Come? Lo abbiamo chiesto a mister Marco Sbisà.

Mister, un mese alla preparazione, anche se le incognite sul campionato non mancano...

"Siamo in attesa di capire molte cose, dal girone alla Coppa Divisione. Per il primo siamo sicuramente in 11 squadra fra Friuli e Veneto: resta da capire se, come io presumo, ci aggregheranno le due del Trentino-Alto Adige; mi aspetto e mi auguro che sia così, perché prevedrebbe comunque trasferte accessibili. Di certo speriamo che il girone non resti da 11 squadre, visto il nuovo regolamento, perché finirebbero per restare fuori dalla lotta per il salto di categoria appena 4 squadre, delle quali poi una retrocederà in C e una farà i play-out: sarebbe assurdo". 

Per il resto, però, il nuovo regolamento si direbbe piuttosto "generoso"...

"Infatti. Col nuovo regolamento, sulla base del quale, come conseguenza della riforma dei prossimi campionati, le prime tre squadre verranno promosse direttamente in A2 e poi dalla quarta alla settima si giocheranno i play-off, il pregio di vincere il girone potrebbe sembrare sportivamente più vuoto, ma è comunque un dato di prestigio e a quello vogliamo puntare. Poi mi auguro che chi vinca il campionato possa anche giocarsi una sorta di "scudetto" con le vincenti degli altri gironi". 

E per quanto riguarda l'atteso ritorno della Coppa Divisione?

"Purtroppo anche qui siamo in attesa dei calendari, perché la Divisione ha fissato il 10 settembre come data di inizio, specificando però che non tutte cominceranno in tale data, bensì il 17: forse, visto il secondo posto dello scorso anno, noi partiremo come una sorta di testa di serie, e quindi debutteremo il 17. Ma in ogni caso tutte le squadre sono in difficoltà su questo, nessuno sa quando giocherà la prima ufficiale. Di fatto noi partiamo per essere al top ad inizio campionato: pronti per il 1° ottobre, quindi, anche se ovviamente onoreremo la Coppa Divisione, un palcoscenico prestigioso in cui speriamo di incontrare squadre di categoria superiore e riempire fin da subito il PalaPrata". 

La preparazione, dunque: in cosa consisterà?

"Faremo un lavoro fisico simile allo scorso anno. Con il preparatore atletico Angelo Agostini e tutto lo staff abbiamo affinato la collaborazione di anno in anno, modificando piccole cose, ma il grosso del lavoro rimarrà uguale: se siamo arrivati al 15 maggio a giocare una partita dominandola e stando fisicamente meglio, vuol dire che abbiamo lavorato bene". 

E poi, infine, ci sono gli aspetti di gruppo...

"Esatto. Sarà importante conoscere i ragazzi nuovi e creare un gruppo forte e coeso, che poi è la base. Sarà fondamentale conoscere tutte le caratteristiche dei giocatori per mettere a punto le idee che già ho, ma magari cogliendo piccoli risvolti che possono cambiare qualche tattica. Per quel che mi riguarda la rosa è completa: abbiamo 12 giocatori, a cui aggregheremo in fase di preparazione alcuni under-19, che sicuramente ci daranno man forte lungo tutta l'annata e cresceranno al pari nostro". 








Ufficio Stampa Maccan Prata