Marani promuove il Giorgione: “Impegno encomiabile da parte dei ragazzi. Ora testa al Maniago”

Una vittoria tanto importante quanto pesante per il Giorgione che supera il Pordenone riuscendo stavolta ad accompagnare al bel gioco espresso, già in altre occasioni, anche i tre punti.

Felicissimo il tecnico Robson Marani.

“La sconfitta subita mercoledì contro il Cornedo, in una serata negativa per noi, non potevamo dimenticarla ed avevamo voglia di riscatto. Non dimentichiamo neppure tutte le belle partite disputate, anche se in molti casi non sono arrivati i punti. Venerdì, poi, abbiamo svolto un ottimo allenamento, seppure il tempo per preparare la sfida col Pordenone, è stato poco. Il gruppo era consapevole di avere i mezzi per potersi giocare la partita. La squadra è giovane e tante volte abbiamo pagato l’inesperienza, specialmente quando ci troviamo di fronte a situazioni particolari come campi con misure diverse. Ad ogni modo siamo arrivati a Pordenone con la voglia di cambiare il corso delle cose. Il rientro di Cesari, anche se non nelle migliori condizioni fisiche, è stato importante così come l’impegno dentro e fuori dal campo, con la panchina sempre attiva. Come era normale siamo partiti con una marcatura abbastanza chiusa, cercando di entrare in partita, poi, dal decimo minuto in poi siamo riusciti a mettere in pratica il nostro gioco”.

Il tecnico prosegue l’analisi del match contro il Pordenone.

“Pozzobon, il portiere, ha fatto molto bene il suo compito, facendo ripartire le nostre azioni offensive e, in difesa, non abbiamo concesso niente ad un Pordenone che cercava in ogni modo di fare risultato in casa. Dopo aver raggiunto il pareggio, nel primo tempo, a mio avviso abbiamo creato chiare occasioni da gol, molto più della squadra avversaria, ma la palla non è voluta entrare. Nell’intervallo ci siamo parlati, abbiamo constatato la nostra prova positiva e tutti erano consapevoli che avremmo fatto risultato. Non doveva cambiare l’impegno in campo e ho visto i ragazzi metterci tanta grinta. Si vedeva che la squadra voleva ottenere punti, almeno uno. Nella ripresa abbiamo fatto una grande azione partendo dalla difesa, con uno scambio di passaggi fino ad arrivare al di Duda. Dopo ci sono state diverse occasioni in contropiede, condotti sempre in maniera intelligente, e lì dobbiamo fare i complimenti a Vascello, il portiere avversario, che ha fatto veramente molto bene. Anche loro ci hanno provato con il power-play, ma siamo riusciti a chiudere bene e portare a casa tre punti importantissimi”.

Una vittoria dagli ottimi risvolti di classifica.

“Abbiamo mosso la classifica ed il gruppo ha ripreso autostima e consapevolezza. Possiamo affrontare qualsiasi squadra come avevamo già dimostrato in altre partite, facendo anche risultato e non soltanto giocando bene. I ragazzi sono giovani, l’esperienza la stiamo facendo passo passo, partita dopo partita. L’intensità di gioco in questa partita è stata molto alta e tutti hanno risposto benissimo. Questo ci fa ben sperare. Speriamo sia un momento di svolta. Dobbiamo mantenere la testa al posto giusto perché non abbiamo ancora fatto niente di più di ciò che dovevamo fare”.

E ora il Maniago.

“Dobbiamo prepararci benissimo per la sfida col Maniago. Sarà un’altra partita da affrontare con grinta e usando la testa. Loro come noi navigano in bassa classifica, ma meritano grande rispetto e cercheremo di fare del nostro meglio”.