Meo è un fuoco di paglia, doppio Focosi e Dos Santos ribaltano l'Altamarca: la Giorik vince per 3-1

Non sappiamo se è bene iniziare dal dire che la Giorik Sedico ha battuto la capolista Sporting Altamarca intascando un successo pesantissimo in chiave playoff, oppure che la prima della classe ha conosciuto l’amaro sapore della sconfitta, che la squadra di Serandrei non aveva provato sinora, imbattuta da ben quattordici mesi. Come si dice c’è una prima volta e la prima volta è stata al PalaRicolt, per mano di una Giorik che ha prevalso nella ripresa ribaltando il vantaggio firmato nella prima frazione da Meo e poi difendendo il bottino davanti al quinto di movimento con il quale Serandrei ha cercato di rimettere le cose a posto. Pesa anche ill rigore sparato alle stelle da Ait-Cheikh, ma evidentemente stasera doveva andare così. Tre punti che rifocillano la classifica dei bellunesi, quarti in classifica dopo aver sorpassato quel Pordenone battuto giusto sabato scorso nel primo confronto di un trittico chiave che si chiuderà alla fine della settimana con il derby-spareggio in casa della Canottieri.


LA CRONACA - La prima occasione è per Cleber, ma la sua parabola dalla porta di Battistuzzi finisce fuori di un nulla. Alla prima palla-gol lo Sporting Altamarca passa: rimessa laterale di Halimi, Meo si fa trovare all’appuntamento con la sfera, destro imparabile per Battistuzzi ed è 1-0. La risposta è di Vitinho che gira un assist di Dos Santos a fil di palo. All’11’ affondo di Dos Santos, ma Miraglia spezza la traiettoria della palla destinata a Focosi, che poi ha una buona occasione ma spara sul portiere maserino.


La partita corre sui binari dell'equilibrio e dell'intensità da entrambi i lati, anche se non arrivano grandi occasioni da gol. Il Sedico è ordinato, lo Sporting Altamarca invece prova a pungere in un paio di circostanze ma la difesa della Giorik non si fa sorprendere. In contropiede con Storti e Focosi: nulla di fatto, si va all'intervallo sull'1-0 per lo Sporting.


La ripresa inizia con Storti che sfiora il gol del pareggio, sul fronte opposto Ouddach ha l’occasione per raddoppiare ma non la sfrutta. Partita che resta molto intensa. All’8’30” Cleber si inserisce ma Miraglia lo ipnotizza, poi è Baron a involarsi sull’out sinistro ma Halimi non raccoglie sul secondo palo. Passando una manciata di secondi che su un lancio di Cleber, Miraglia abbatte Er Raji: rigore che Focosi trasforma spiazzando il portiere ospite. La partita sale di livello: Storti ribatte su Rosso sostituendosi a Battistuzzi, capovolgimento di fronte ed El Johari spara sull’esterno della rete. Un pasticcio della difesa dolomitica favorisce ancora El Johari: tiro alle stelle. Si cambia fronte: Er Raji per Storti ma Miraglia c’è.


A poco più di quattro minuti dalla fine la svolta del match. Er Raji favorisce Dos Santos, botta e traversa piena, la palla torna sui piedi del brasiliano che conclude in maniera sporca beffando Miraglia. Giorik in vantaggio: 2-1 (nella foto il gol). Dalla sua area Battistuzzi sfiora anche il 3-1, poi Storti commette un fallo ingenuo su Halimi e per gli arbitri è rigore: ma la trasformazione di Ait-Cheikh è inquadrabile, palla alle stelle e occasione che sfuma. Non sfuma, invece, quella che si procura Focosi, che su una rimessa laterale ruba palla, mira l’angolo lontanissimo e segna il 3-1.


Negli ultimi novanta secondi Battistuzzi difende la porta su tre conclusioni di Baron, Rosso coglie in pieno la traversa a una decina di secondi dalla sirena, che arriva annunciando la prima sconfitta stagionale dello Sporting Altamarca e la vittoria di una Giorik sempre più lanciata verso la conquista di un posto nei playoff.