Miti Vicinalis, senti il capitano Raphael Laino: ''Siamo un bel gruppo, vogliamo regalare emozioni''

 Il 9 ottobre il Miti Vicinalis darà inizio alla propria stagione di Serie B affrontando tra le mura amiche l'Udine City. Per arrivare in forma a questo primo appuntamento contro i friulani, la squadra di Vazzola, come è naturale, ha avviato il lavoro di preparazione il 31 agosto e sta continuando a scaldare i motori non solo attraverso le sedute di allenamento, ma anche grazie alla consueta serie di incontri amichevoli -il prossimo sarà questo sabato 18 settembre a Montebelluna contro l'Atletico Nervesa dell'ex Osmani- per cominciare a rodare meccanismi e dinamiche di squadra.

Dopo la partenza di Davide Zecchinello, accasatosi al Maccan Prata, la fascia di capitano è inevitabilmente scivolata sul braccio di Raphael Laino, che già ricopriva i gradi di vice-capitano. Abbiamo intervistato proprio il numero otto brasiliano per capire quale sia lo stato dell'arte nel club del patron Loris Masini.

-Pian piano il gruppo si sta preparando per la nuova stagione. Come vedi i ragazzi sia in termini di condizione sia di ambiente?

"L’ambiente al Miti è sempre stato il punto forte; come in passato anche quest’anno vedo un bel gruppo, con ragazzi veramente in gamba. Stiamo lavorando molto bene, anche se purtroppo in questo inizio di stagione ci sono stati alcuni ostacoli inaspettati, però dobbiamo passarci sopra."

-La composizione del girone C è ormai nota da più di un mese. In questo periodo è stato possibile, come lo è tuttora, osservare anche i movimenti di mercato delle altre squadre avversarie. Chiaramente quando si gioca a formulare previsioni così presto, quest'ultime potranno essere tranquillamente smentite o meno nel corso della stagione. Ma allo stato attuale delle cose, che giudizio ci puoi dare del girone di quest'anno? Quali sono le tue sensazioni?

"Da quello che ho potuto notare, quest’anno il girone C è molto equilibrato: puoi vincere e perdere con chiunque.

L’anno scorso c’erano due squadre sopra la media, invece in questa stagione sono tutte veramente rognose, anche se per me al momento il Maccan Prata si trova su un livello un po' più alto rispetto agli altri team."

-Quali saranno le squadre che potrebbero creare più problemi?

"Le favorite, per il momento, è dura dire chi siano. Come ho detto prima, si trovano tutte allo stesso livello, con il Maccan un po' più avanti rispetto alle altre squadre. Però dico che pure il Pordenone potrebbe avere una marcia in più visto che diversi elementi giocano assieme da tanto tempo".

-Se tutto va bene, i tifosi potranno tornare al palazzetto per assistere al campionato, seppur in numero ridotto. Che messaggio ti senti di lanciare ai supporters biancorossi?

"Noi giocatori siamo molto contenti del ritorno del pubblico e cercheremo di dare il massimo per regalare gioie ed emozioni a tutti gli spettatori."

E allora a sentire parlare il capitano, non ci sono dubbi su quale debba essere il leitmotiv di questa stagione ormai alle porte: i giocatori non aspettano altro se non il ritorno degli appassionati nei palazzetti. Come dargli torto, d'altronde?