Miti Vicinalis, trasferta complicata a Palmanova. Ramòn Santos: ''Ho grande fiducia nella squadra''

Dopo la sconfitta con il Padova di due settimane fa e il pareggio con il Sedico lo scorso sabato, per il Miti Vicinalis ogni partita d'ora in poi sarà come una finale: in palio ci sono punti vitali per la corsa salvezza. Questo weekend si profila complicato per i vazzolesi: capitan Laino e compagni dovranno andare in trasferta a Palmanova.

Una sfida complicata dunque, ma mister Peruzzetto potrà sicuramente contare sul contributo costante e generoso di Ramòn Santos. È lo spagnolo che ci introduce allo scontro di domani tra trevigiani e palmarini. 

- Come commenti la partita di sabato scorso? Cosa non ha funzionato? C'è qualcosa che ti è piaciuto? 

"Per noi è stata una finale, ma a causa di nostri errori specifici, non abbiamo ottenuto la vittoria che avevamo in mente. Alla fine, ancora una volta, quello che ci succede quasi sempre, è che a questo livello, se hai cinque occasioni e non fai gol, l'altra squadra non perdona; dobbiamo continuare a lavorare per migliorare questo aspetto. Invece mi è piaciuta la voglia della squadra nel secondo tempo così come la fiducia in noi stessi fino alla fine, che è molto importante". 

- Adesso giocherete con il Palmanova. Come arriva il Miti a questa partita? 

"Andiamo là con la mentalità di giocare bene e lottare per portare a casa la vittoria. Sappiamo che giocheremo su un campo complicato e contro una grande squadra. Ovviamente si sentiranno anche le perdite di giocatori importanti come Lahaye e Vendrame, ma come abbiamo già fatto più di una volta in trasferta, per esempio a Udine e Belluno, qual è il modo migliore di vincere se non su un campo complicato come quello di Palmanova? Io ho pienamente fiducia nella mia squadra".

l.m.