Naonis, Stefano Measso non lo nasconde: “Con il Giorgione penalizzati da nostre disattenzioni”

Non è stato un sabato particolarmente fortunato per il Naonis che nell'ottava giornata di Serie B si è dovuto arrendere per 9-1 in casa del Futsal Giorgione. Una sconfitta davvero pesante, che purtroppo mette ombra alle due precedenti prestazioni con Miti Vicinalis e Monastir, dove i neroverdi erano riusciti a tenere aperto il match fino al suono della sirena. Per capire cosa sia successo nel grigio pomeriggio di Castelfranco Veneto abbiamo scambiato due parole con Stefano Measso, dirigente del sodalizio friulano.

- Partiamo da una rapida analisi del match. Pensi che un passivo così pesante sia stato troppo ingeneroso? 

"Ritengo che il risultato non sia stato ingeneroso perché il Giorgione è stato molto bravo a concretizzare tutte le occasioni avute. Devo dire però che alcune di queste occasioni sono state regalate per disattenzioni nostre. Inoltre, abbiamo avuto anche un po' di sfortuna, come quando sull'1-0 per loro abbiamo colpito un palo. Magari, e dico magari, la partita avrebbe potuto prendere un'altra piega".

- Cosa ha funzionato e cosa no nella prestazione del Naonis? 

"Devo dire che non ha funzionato quasi niente nella prestazione del Naonis. Mentre nelle altre due precedenti gare siamo rimasti in partita fino alla fine, purtroppo questo sabato no. C'è da dire anche che l'avere qualche giocatore fuori ha fatto la differenza, ma non deve essere l'unica scusante". 

- Cosa ti senti di dire a questi ragazzi in un periodo così difficile? Qual è il consiglio migliore che ti senti di dare loro?

"Ai ragazzi mi sento di dire che nei momenti di difficoltà come questo, bisogna cercare di essere il più uniti possibile e mantenere solido il gruppo.  Soltanto in questo modo risultati migliori potranno arrivare. Tutti i ragazzi devono dare sempre il massimo senza abbattersi, soprattutto nelle situazioni in cui si è sotto di qualche gol. Oltre all'impegno dei ragazzi, se anche la fortuna inizierà a girare dalla nostra parte, arriveranno tempi migliori, permettendoci di ricevere belle soddisfazioni".


l.m.









Foto: Facebook Miti Vicinalis