breaking news
  • 24/10/2021 17:13 #Serie A, Cormar Polistena-Olimpus Roma 3-5. Stasera su Sky Pescara-L84
  • 22/10/2021 23:11 Serie A2, girone C: nell'anticipo della terza giornata, Italpol-Active Network 6-7

26/09/2021 11:34

Olimpus, la ricetta di D'Orto: ''Priorità creare un gruppo, vogliamo arrivare al top per l'esordio''

In casa Olimpus si continua a lavorare con un obiettivo chiaro inserire i nuovi arrivati e "farsi trovare pronti per l'inizio della stagione". Sono queste le parole di Daniele D'Orto, che dopo aver portato i Blues alla loro prima esperienza in Serie A, ha voglia di altri grandi obiettivi. Prima però c'è da continuare a lavorare e creare la giusta chimica di gruppo. Il tecnico parte analizzando il 3-1 in amichevole contro l'Italpol di venerdì scorso. 

"L'approccio iniziale alla gara non è stato buono - racconta - eravamo lenti nello sviluppo del gioco e abbiamo preso gol su un'uscita pressing. Poi siamo cresciuti, creando gioco, occasioni e dando la giusta profondità. In questo momento il risultato non conta nulla, conta far amalgamare al meglio la squadra, visto che abbiamo ben sette nuovi elementi". 

Le indicazioni, anche dal punto di vista atletico, non sono mancate.

"Stiamo lavorando con lo staff e il nostro preparatore Briotti, che reputo il migliore in Italia, una persona di cui mi fido totalmente, che sono sicuro ci farà trovare al massimo quando ce ne sarà bisogno. In questo momento siamo poco rapidi, ma ci lavoreremo. Rispetto alla tabella di marcia che abbiamo programmato all'inizio siamo leggermente in ritardo, i giocatori si devono conoscere e devono imparare a capirsi. Questa è una situazione fisiologica, che deriva dal fatto di aver cambiato molti elementi. In queste due settimane di lavoro che ci mancano sono sicuro raggiungeremo il top". 

Impossibile non commentare anche il percorso in campionato, a cominciare dall'esordio sul campo della Sandro Abate, ad Avellino. 

"Giocheremo subito due partite fuori casa (la seconda di campionato l'Olimpus sarà alla Sky Arena, ndr), ma l'importante è raggiungere il prima possibile la piena maturità del gruppo, conta quello, poi una volta raggiunta giocare in casa o in trasferta farà poca differenza. Ci aspetta un campionato difficilissimo, affrontiamo subito la Sandro Abate di un grande allenatore e un grande amico come Ciccio Angelini. Nessuna partita è mai facile o scontata, ci sono squadre che hanno il vantaggio di avere un gruppo già consolidato, mi auguro di arrivare al top già nella prima giornata, che sarà difficilissima. Noi ce la metteremo tutta".