breaking news

20/12/2020 13:30

Ouddach e Ait Cheikh matano il Pordenone: sesta vittoria di fila per lo Sporting Altamarca

Partita molto combattuta e dal ritmo elevato sin dai primi istanti di gioco, la sfida contro il Pordenone si presenta come il big-match di giornata tra due squadre che negli ultimi anni hanno sempre dato spettacolo negli scontri diretti. Mister Serandrei ha tutta la rosa a disposizione, mentre i ”ramarri” devono rinunciare a Milanese e Kovacic.

LA CRONACA - La squadra ospite batte il calcio d’inizio e sembra subito propositiva con Grigolon e Koren che vedono i loro tentativi agevolmente controllati da Miraglia, ma la formazione di mister Serandrei si fa sentire con l’ingresso di El Johari che suona subito la carica, ma i tentativi biancoblu vengono neutralizzati da Vascello che blinda il risultato sullo 0-0. Ci prova Halimi che recupera palla e sfiora di pochi centimetri la porta avversaria.

La squadra friulana soffre il forcing di Malosso e compagni che al 10′ passano con Ouddach abile a concretizzare la ripartenza di Ait Cheick sbloccando la partita: 1-0 Altamarca. I padroni di casa, nonostante il vantaggio, continuano a creare occasioni sotto porta, molte  le occasioni che Vascello riesce a respingere fuori dallo specchio. Il Pordenone ci prova, ma la difesa dello Sporting neutralizza i tentativi della squadra ospite. Fine primo tempo, le squadre rientrano negli spogliatoi sull’1-0 per i locali.

Nel secondo tempo la tensione si fa sentire in campo, con una partita più fisica e di carattere. Il Pordenone vuole riportare il risultato in pari e ci riesce, al 3’, con Grzelj che va in gol con un destro sul secondo palo dopo una bellissima azione personale. 1-1 ma la partita è lunga e si fa molto viva, con continui cambi di campo. E si innervosisce, diventa più intensa e anche la terna arbitrale mostra difficoltà in alcune decisioni da ambo le parti. Il Pordenone vuole portare a casa i tre punti e ci prova con Grigolon, ma Miraglia è in giornata e con una grande parata chiude lo specchio della porta. Riparte lo Sporting con uno scambio tra Baron e Ouddach, ma la loro intesa non sorprende Vascello, che nega il vantaggio alla squadra di casa.

Ma ci pensa Ait Cheick al 13′ a trafiggere il portiere friulano sotto il ”sette” con il suo mancino. 2-1 Altamarca, con grande azione locale nata da un’altra prodezza di Miraglia. La squadra ospite non vuole mollare e si si riporta sotto porta, ma il numero 15 non lascia passare nemmeno un pallone. Un gesto nobile e degno di nota arriva al 15’ quando Spatafora si accascia a terra e capitan Malosso, in chiara occasione da gol davanti a Vascello, si ferma e butta la palla in fallo laterale dimostrando grande fairplay e raccogliendo gli applausi da parte di tutti i presenti.
L’ Altamarca c’è e difende il quinto di movimento ospite senza incorrere in pericoli fino al triplice fischio finale. Termina 2-1, sesta vittoria su sei match, primato assieme al Carrè Chiuppano e un 2020 che, Covid escluso, racconta di uno Sporting Altamarca imbattuto in campionato, merito di tanto lavoro da parte di staff e squadra.

Demi Telati - Ufficio Stampa Sporting Altamarca

 

SPORTING ALTAMARCA-PORDENONE 2-1 (pt 1-0)
SPORTING ALTAMARCA: Mattiola, Ouddach, Murador, Malosso, Coppe, Ait Cheikh, Halimi, Miraglia, Baron, Rosso, El Johari, Casarin. All. Serandrei
PORDENONE: Vascello, Tosoni, Dus, Grzelj, Koren, Barzan, Finato, Grigolon, Spatafora, Zoccolan, Piccirilli, Casula. All. Asquini
ARBITRI: Zucchiatti di Tolmnezzo e Bontorin di Bassano del Grappa, crono: Hoxha di este
MARCATORI: pt 10’ Ouddach (SA), st 3’ Grzelj (P), 13’ Ait Cheick (SA)
NOTE: Baron e Rosso per l’Altamarca; Piccirilli e Grzelj per il Pordenone