breaking news

09/01/2021 22:09

Per il Videoton Crema è un pomeriggio da incorniciare: prestazione monstre, superata la Domus Bresso

Fuochi d'artificio alla Palestra "Toffetti". È un Videoton strepitoso quello che stende per 6-2 la Domus Bresso: il primo tempo dei rossoblù è una vera lezione di futsal.

Partita preparata alla perfezione da mister De Ieso e disputata in maniera incredibile da tutti i giocatori rossoblù:  il Videoton è straripante, compatto e cinico, in grado di ingabbiare la manovra ospite grazie alle scelte del tecnico e di scatenare l'onda offensiva grazie alla performance dei suoi interpreti.

Le reti sono frutto di manovre spettacolari e grande concretezza: De Freitas, Di Maggio, Ghezzi e Maietti firmano il netto, ma meritatissimo ampio vantaggio di 4-0 all'intervallo. Da applausi gli assist di Porceddu e Pagano, così come la prova difensiva di Lopez e di tutta la squadra.

Il poker non sarebbe un risultato sufficiente contro una corazzata come quella ospite, ma la vittoria viene confermata in una ripresa di gestione semplicemente perfetta: la porta di Mastrangelo resta inviolata per oltre dodici minuti e la gara è chiusa dalle reti del 6-0, non scalfita dalle due reti nei minuti finali.

Il rumore di questa vittoria è ancor più forte per il valore degli avversari: la Domus è una delle formazioni più attrezzate del girone, nonché una delle favorite più accreditate per la vittoria del campionato; non è dato sapere come terminerà la stagione, ma quella di oggi è una giornata da ricordare per il Vidi.

Grazie al successo odierno, i cremaschi si confermano ai piani alti della classifica: scalzata la Domus dal 2° posto, si riduce anche il distacco dal Leon capolista, avanti solo quattro lunghezze dopo il ko rimediato con il Lecco.

Il sentiero intrapreso dal Videoton è davvero quello giusto: il gruppo sta crescendo per qualità, personalità e consapevolezza giorno dopo giorno, ma soprattutto vuole continuare a stupire.

 

LA CRONACA

Sin dai primi minuti di gioco si intuisce che la posta in palio sia ambitissima: il big match di giornata mette al cospetto la 2^ e la 3^ forza del campionato, con punti che valgono doppio.
La gara viaggia subito a ritmi altissimi e si gioca a elevata intensità, come confermato da contrasti, falli e ammonizioni al termine del primo tempo: in casa cremasca giallo per De Freitas e per Maietti, squalificato per il prossimo turno con Nizza.

Il Videoton dimostra di tenere subito testa agli avversari e, anzi, ha davvero una marcia in più: il gol dell'1-0 porta la firma del piattone di De Freitas, da posizione centrale, ma nasce da una manovra corale che coinvolge tutta la squadra ed esalta i colori rossoblù.

La Domus Bresso soffre terribilmente le incursioni dei cremaschi e il raddoppio ne è la conseguenza: discesa spaziale di capitan Porceddu, che salta avversari in sequenza e dalla destra serve a Di Maggio l'assist capolavoro del 2-0. Il Videoton è una macchina perfetta e non ne vuole sapere di fermarsi: i rossoblù cavalcano l'onda e affondano il colpo con il 3-0, colpo di bravura di Ghezzi, che dopo aver fintato l'apertura sul secondo palo, anticipa il tempo della giocata e insacca un tris da applausi.

Prima dell'intervallo c'è ancora tempo per un gol: sugli sviluppi di un corner ospite disinnescato da Mastrangelo è Pagano a raccogliere il pallone e involarsi verso la porta avversaria, servendo a Maietti l'assist per il roboante 4-0. Il poker potrebbe già diventare manita prima dell'intervallo: la Domus si riversa in avanti, lasciando spazio alle incursioni rossoblù nei minuti finali della frazione, ma per tre volte il portiere ospite si esalta sui tentativi di Pagano, Di Maggio e Porceddu.

La ripresa inizia esattamente come si era chiuso lo scoppiettante primo tempo: Domus sbilanciata alla ricerca di un gol per riaprire i giochi, ma difesa del Videoton insuperabile, con i cremaschi collezionano ghiotte occasioni per calare pokerissimo, tutte mancate di un soffio.
Porceddu, Pagano, Maietti e Di Maggio sfiorano tutti il quinto gol, mentre il possesso della Domus nella metà campo cremasca non trova sbocchi concreti e nelle poche conclusioni insidiose Mastrangelo è bravo a farsi trovare attento.

Poco prima della metà del secondo tempo la Domus Bresso si gioca il portiere di movimento, ma ancora una volta la difesa cremasca è perfetta: dopo le occasionissime non trasformate da Maietti (fermato fallosamente) e Di Maggio (che non arriva di un soffio su un lancio in profondità), ecco il gol della liberazione, con la conclusione dalla distanza di Di Maggio che si insacca per il 5-0 al 12'.

La Domus non rinuncia al portiere di movimento, ma il Videoton non molla di un centimetro: gli ospiti raggiungono il 6° fallo e De Freitas trasforma il tiro libero del 6-0. Esultanza liberatoria per i cremaschi, che però incassano il 6-1 sull'immediato calcio d'inizio e il 6-2 a 30 secondi dalla sirena: si tratta dell'unico, perdonabile, neo in un sabato da incorniciare.

 

Ufficio Stampa Videoton Crema