Per Nicolas Agustin Lopez un salto di qualità: da Gubbio a Pesaro, Colini ha un portiere argentino

Il cambio di strategie da parte del presidente Lorenzo Pizza ha provocato, come riferito ieri, una ulteriore doppia scissione all’Italservice Pesaro che nel giro di mezzo pomeriggio ha salutato definitivamente prima Leandro Cuzzolino e, poi, Carlos Espindola. Un doppio colpo difficile da mandare giù, sia per il valore tecnico dei due giocatori che per il vuoto che il loro addio lascia in una rosa già azzoppata in maniera pesante dalle scelte figlie di una riforma che il massimo dirigente rossigniamo ha sempre contestato apertamente.

Defezioni assolutamente da rimpiazzare per non lasciare troppe caselle vuote nel roster di Colìni. Detto… fatto.

UN ARGENTINO TRA I PALI - Ci ha pensato il neo direttore sportivo Nicola Munzi a metterci una prima pezza, trovando in un men che non si dica il sostituto di Espindola, nel frattempo accasatosi al Jaen, il club di Primera Division dove è andato Pablo Taborda (LEGGI QUI LA NOTIZIA DELL'UFFICIALITA'). Si tratta di Nicolas Agustin Lopez, estremo difensore di nazionalità Argentina, classe 1996, che proprio Munzi ha avuto alle dipendenze nella sua esperienza di i Gubbio. Si giocherà con Cianni il posto da titolare tra i pali pesaresi: una novità assoluta, che avrà l’obbligo di non far rimpiangere gli illustri colleghi di ruolo che l’hanno preceduto.