breaking news

19/06/2022 13:00

Pescara, Despotovic ha le idee chiare: “Mammarella, Murilo e Coco saranno la base della squadra”

L’Anteprima ha fatto centro anche stavolta, con Despotovic nuovo allenatore del Pescara. L’ex tecnico del Mantova ha trovato l’accordo con gli abruzzesi e ai microfoni dell’addetto stampa biancoazzurro affida i suoi primi commenti. 

“È successo tutto molto velocemente – racconta – . Con il mio club non c’è stato un accordo per crescere ulteriormente e proseguire insieme. Pochi giorni fa li ho salutati e subito dopo ho ricevuto la chiamata da Pescara: abbiamo parlato e in due giorni abbiamo fatto l’accordo. Sono molto contento per questo, significa che le parti avevano le idee chiare e volevano questo”.

Despotovic non vede l’ora di attraversare l’Adriatico.

“È stata una decisione difficile quella di lasciare dei ragazzi meravigliosi, ma è andata così. Pescara era una società che sognavo da sempre, da quando si chiamava Acqua&Sapone: da avversario, ho visto un’organizzazione stupenda, staff e dirigenti vicini alla squadra, un palazzetto bellissimo, una città affacciata sul “nostro” mare Adriatico. Ho parlato con i giocatori, tutti me ne hanno parlato bene”.

Nel torneo 2020/2021 a Mantova, fino a gennaio, aveva stupito tutti.

“Sono contento di quel periodo: abbiamo fatto un lavoro bellissimo, con una squadra neopromossa. Poi non è andata bene per altro motivi, ma ormai è il passato. Da giocatore ho passato un anno bellissimo a Cagliari, lo porto sempre nel cuore: con mister Diego Podda, che ritroverò da avversario in serie A nella prossima stagione”.

Con il direttore Gabriele D’Egidio ha iniziato già a parlare di squadra e di mercato?

“Siamo all’inizio, devo pensare bene, conoscere le nuove regole. Sicuramente, due o tre stelle del roster, come Mammarella, Murilo e Coco, saranno la base della squadra. Poi voglio tanta energia: il mio futsal è molto energico. Vorrei allenare ragazzi italiani con motivazione, voglia. E fame. Per me è importante sognare in grande”.