breaking news

03/03/2022 16:51

Pordenone, cambio in corsa sulla panchina dell’Under-19: Casarsa saluta, squadra affidata a Mikla

Cambio in corsa alla guida dell'Under 19 neroverde: con quindici punti in tredici partite giocate, Marco Casarsa lascia il suo posto, per sopraggiunti impegni personali, al giovanissimo Roberto Mikla.

Mikla, venticinque anni da compiere il prossimo dicembre, è un volto più che noto all'interno della società pordenonese, dove ha iniziato prima come giocatore, ruolo che riveste tutt'ora, per vestire poi anche i panni di allenatore dell'Under 17. Un'avventura che ha dato seguito alla sua parentesi al Monticano, dove nella stagione 2018/19 ha allenato l'Under 15, e con la quale ha avuto la fortuna di vincere il titolo regionale.

Mikla rispecchia pienamente lo spirito di attaccamento ai colori neroverdi, motivo in più che ha portato la società ad affidargli un ruolo così importante, soprattutto a stagione in corso.

"E' un'emozione indescrivibile, come qualsiasi altra cosa abbia a che fare con il Pordenone; sono orgoglioso e fiero di far parte di questa realtà, e proverò a trasmettere la mia passione ai ragazzi - esordisce Mikla. - Proseguirò l'ottimo lavoro sin qui fatto da mister Casarsa, cercando di portare la mia impronta principalmente sull'aspetto caratteriale e mentale. Due particolari su cui lavoro di più, rispetto ad altri."

Il nuovo tecnico prosegue.

"Resta importante stabilire alcuni concetti, come il rispetto. Nonostante la poca differenza di età tra me ed i ragazzi, ho la fortuna di avere un gruppo che mi segue e mi ascolta come fossi più vecchio, di questo li ringrazio perché così facendo rendono più semplice il mio lavoro."

Un'avventura già iniziata questa settimana, con un obiettivo ben preciso.

"Cercherò di ripagare le aspettative e di toglierci qualche soddisfazione sul campo, per me è un onore che la società mi abbia dato questa grande opportunità”.

Augurando buon lavoro a Mikla, la società neroverde ci tiene a ringraziare mister Marco Casarsa per questi mesi insieme, e per quanto fatto con i ragazzi, certi che potrà presto portare la sua esperienza in nuove realtà.

 

Ufficio Stampa Pordenone