Potenza Picena, non finisce più: tamponi non effettuati, il derby con l'ASKL verso il rinvio?

Resta in dubbio la disputa del derby tra l’ASKL e il Potenza Picena. Il perché ce lo spiega il direttore sportivo del sodalizio potentino, Simone Consolani.


“Al momento non siamo stati contattati dalla Federlab per fare i tamponi, quindi credo sia difficile che giochiamo. Ad ogni modo due ragazzi sono già rientrati, per gli altri dobbiamo aspettare ancora qualche giorno”.


Insomma, Covid che la fa ancora da padrone sul cammino della squadra di Perugini, che ormai è ferma da un mese abbondante e non vede ancora la luce in fondo al tunnel. Ma qual è la condizione generale del gruppo, reduce appunto da una lunga sosta, in quale situazione la squadra ha lavorato e quanto ha pesato questa pausa forzata?


“Anche se rimaneggiata la squadra si è sempre allenata, la mancanza di mister Perugini sicuramente un po’ si è sentita, ma il secondo allenatore Ciabocco (nella foto con Perugini, n.d.c.) e il preparatore dei portieri Maccaroni hanno concordato gli allenamenti, quindi meglio di così non si poteva fare”.


- Uno sguardo al calendario è inevitabile. Febbraio sarà un mese pesante visti gli impegni a distanza ravvicinata: ritieni che sarà decisivo per stabilire definitivamente i ruoli nell’ambito del girone D?


“Parto dal presupposto che le squadre sono tutte ben organizzate e il campionato è equilibrato, quindi fino alla fine sarà tutto in gioco. Un dato già è ben chiaro, il Cus Ancona gioca bene e sicuramente sarà una delle squadre protagoniste”.