breaking news
  • 03/07/2022 12:30 #Serie B, Nicola Masiello è stato riconfermato sulla panchina del Senise

11/04/2022 18:16

Real Casalgrandese, nulla è perduto. Grossi: ''Bissuola di un'altra categoria, ma noi ci proviamo''

La Real Casalgrandese è attesa domani sera dae un compito davvero improbo dovendo recuperare un passivo importante al Bissuola, impostosi nella gara di andata giocata a Mestre per 5-1. Ripensando proprio a quella partita giocata con una formazione comunque rimaneggiata, mister Andrea Grossi ha saputo individuare i punti dove, potendo contare anche sui recuperi di Rapacchietta e Dopico, spera di poter colpire per rimettere in discussione la qualificazione?

“Giochiamo contro una squadra pronta sotto tanti aspetti per una categoria Nazionale, una squadra strutturata fisicamente, tecnicamente e tatticamente. La partita la prepareremo sfruttando le nostre qualità e le nostre caratteristiche”.

- Quanto conterà poter giocare la gara di ritorno in casa? Il fattore campo potrà incidere nel contesto della partita e del compito che vi attende?

“C’è volontà di ben figurare giocando se non altro ad armi pari. Giocare in casa può aiutarti soprattutto perché non fai un viaggio settimanale e perché le mura amiche ti danno qualcosa in più. Sarà una gara difficile per il valore dell'avversario e perché scendiamo in campo dopo una gara al sabato che toglie ogni volta energie fisiche e nervose, soprattutto quando sei in corsa per giocarti un campionato. Vantaggio che i nostri avversari hanno, visto che hanno chiuso la pratica ormai 20 giorni fa', per merito loro”.

Allora diamo uno sguardo al campionato anche per quanto concerne la Real Casalgrandese e a questa volata con il Balça che verrà decisa nelle ultime due giornate... dal Bagnolo. 

- Mister, cosa si attende in questo sprint finale e comunque cosa chiederà ai suoi giocatori di mettere in più per tenere la vetta fino al termine?

“Nulla di diverso da quello che ho chiesto e hanno dato fino ad oggi. È un campionato conteso punto a punto in cui non puoi mai sbagliare. Non potevi prima e nemmeno ora. Faremo il massimo: è l'unica cosa che siamo chiamati a fare ed è l'unica cosa che dipende da noi”.