breaking news

04/06/2022 19:53

Rimonte, sorpassi e controrimonte: il Canosa è la prima finalista di #SerieB. Isola5 ko ai rigori

Una partita infinita ed incredibile la prima semifinale playoff di Serie B. Alla fine la spunta il Canosa al termine di cinquanta minuti più calci di rigore ed una partita fatta di rimonte, controrimonte e sorpassi. Servono i calci di rigore per decidere la contesa: decisivi per l'isola5 gli errori di Siviero e Lelè. 

LA PARTITA - Passano 45" e Paulinho ha sul mancino la chance per il vantaggio immediato, bravissimo Saulle a respingere in angolo. Il Canosa prova a rispondere ma è ancora una volta l'Isola5 che si costruisce una buona chance al 3', con il pallone che termina di poco sul fondo. Poco dopo paura per gli spettatori presenti perché Castrogiovanni subisce un colpo al volto involontario e rimane a lungo a terra: serve l'ingresso in campo del 118 con Castrogiovanni che esce fortunatamente sulle sue gambe nonostante l'ingresso in campo della barella. Isaias è sicuramente il più attivo per il Canosa, ed è proprio lui al 7' ad avere una grande chance, ma il suo destro in diagonale si spegne oltre la linea di fondo. Poco dopo è ancora lui a farsi tutto il campo ma ancora una volta la conclusione si perde oltre la linea di fondo. Il primo gol della gara arriva all'8'. Brutta palla persa da Marcelinho che lascia Casara a tu per tu con il portiere avversario: il numero 8 biancorosso non sbaglia e spedisce sotto la traversa l'1-0 per l'Isola5. Serve un episodio al Canosa per tornare in partita e, puntuale, arriva al 9'. Conclusione di D'Elisa che sbatte sul braccio di un avversario, per gli arbitri è calcio di rigore. Urbani para, ma gli arbitri fanno ripetere. Sul dischetto si presenta sempre Isaias che stavolta non sbaglia: palla all'incrocio e 1-1. L'Isola5 è molto pericolosa in ripartenza e al 12' Paulinho offre un pallone troppo alto a Siviero, che spedisce fuori cercando di correggere in rete di testa. Al 13' il Canosa mette il naso davanti: ottima azione di contropiede con Termine che si fa trovare pronto sul secondo palo per insaccare il 2-1: partita ribaltata. La partita sembra correre via sui binari dell'equilibrio, i ritmi si abbassano, ma al 18' l'Isola5 trova il giuzzo: Lelè riceve da un compagno e scaglia in porta un diagonale imparabile per il 2-2. Non passa neanche un minuto che l'Isola5 ribalta il risultato: sugli sviluppi di una palla da fermo Liviero scaglia alle spalle di Saulle ed è tutto ribaltato. All'intervallo Isola avanti 3-2. 

Nella ripresa grande tensione e subito un primo episodio di svolta: Termine rimedia due gialli nel giro di pochi secondi e lascia i suoi in inferiorità numerica al secondo miunuto di gioco. E' Cleverson Signori a scoccare in porta la prima conclusione della ripresa, ma il pallone si perde alto sopra la traversa. L'Isola5 prova ad alzare i giri del motore per sfruttare la superiorità numerica ma il Canosa riesce a tenere. Poco dopo Siviero colpisce un clamoroso legno ma il punteggio non si muove. Trascorrono i due minuti e il Canosa ne esce indenne. Al 5' proprio l'Isola5 perde un pallone sangiunoso e Isaias ne approfitta: finta di conclusione col destro e mancino vincente per il nuovo pareggio a quota 3. Quando ancora una volta sembra tornato l'equilibrio il Canosa rimette il naso avanti. Corner e pallone infilato in rete da D'Elisa, che riporta in vantaggio i suoi. All'Emilia-Romagna Arena i minuti passano e l'Isola5 ha bisogno di un gol per acciuffare il pareggio e gli eventuali supplementari. La tensione sale, le proteste aumentano, ma non arrivano nitide occasioni da gol. Al 13' Paulinho ha una grande chance sul sinistro, ma spedisce di poco a lato. Anche il Canosa si divora in contropiede il possibile doppio vantaggio, tenendo più vive che mai le speranze dei veneti. A quattro minuti e mezzo dal termine l'Isola5 si gioca la carta del portiere di movimento. I secondi passano e quando ogni speranza per l'Isola5 sembra svanire, ecco il pareggio, che arriva a 7' dalla fine: Paulinho serve sul secondo palo Concato che non sbaglia. Si va ai supplementari. 

E' un'Isola 5 specializzato negli ultimi secondi, che dopo un tempo supplementare in cui accade pochissimo, colpisce con Siviero a 10" dalla sirena conclusiva: ancora una volta tutto ribaltato. Neanche a dirlo ma anche stavolta il vantaggio è una illusione: dopo appena 18" nel secondo tempo supplementare Isaias colpisce su calci di punizione e impatta ancora, stavolta a quota 5. E' una partita incredibile quella di Salsomaggiore Terme, perché ancora una volta Isaias alla metà esatta del secondo tempo supplementare, scaglia un altro destro violento in porta: 6-5! Finita? Neanche per sogno, perché ad un minuto esatto dalla fine l'Isola impatta ancora grazie al portiere di movimento con Cleverson Signori. Per decretare la prima finalista servono i calci di rigore. Dal dischetto Canosa perfetto, sono gli errori di Siviero e Lelè a condannare l'Isola5. 

CANOSA-ISOLA 10-8 dcr  (pt 2-3, 4-4) in corso
CANOSA: Saulle, Marcelinho, Termine, Castrogiovanni, Isaias, Sorrenti, Subrizio, Lupoli, Redivo, Iodice, D'Elisa, Vallarelli. All. Lodispoto
ISOLA5: Urbani, Signori, Lelè, Siviero, Paulinho, Sbicego, Facci, Casara, Concato, Dal Grande, Negro, Gonnella. All. Struzziero.
ARBITRI: Alessandro Ghetti (Bologna), Adriano Sodano (Bologna), crono: Matteo Mazzoni (Ferrara)
MARCATORI: pt 7'34" Casara (I), 10'53" Isaias (C), 12'51" Termine (C), 17'22" Lelè (I), 17'43" Siviero (I), st 3'45" Isaias (C), 7'44" D'Elisa (C), 19'53" Concato (I), pts 4'50" Siviero (I), sts 0'18" Isaias (C), 2'30" Isaias (C), 4'50" Cleverson Signori (I)
NOTE:  al 20 del s.t. espulso Termine (C) per somma di ammonizioni.