breaking news
  • 27/01/2023 16:38 Serie B, girone G: errore tecnico accertato, Castellana-Sammichele dovrà essere rigiocata
  • 27/01/2023 15:23 Coppa Italia di SerieB, ricorso Atlante Grosseto respinto: OR Reggio agli ottavi (4-1)
  • 26/01/2023 21:43 Consiglio Direttivo: slitta a metà marzo la Final Eight della Coppa Italia di Serie B
  • 26/01/2023 21:43 Coppa Italia di Serie A: il sorteggio dei quarti di finale si terrà il 1° febbraio alle 15

24/01/2023 15:25

Russi, stasera gara di Coppa con la Ternana. Bottacini: "Occasione giusta per chi ha giocato meno"

Questa sera il Russi, capolista del girone D di Serie B, esordirà in Coppa Italia sfidando la Generali Ternana. Alla vigilia del match per gli emiliani ha parlato mister Bottacini.

- Mister, partiamo un attimo dal campionato. Le ultime vittorie vi portano ad avere diversi punti di vantaggio dalle altre squadre. Ci aspettiamo quindi che gli avversari giocheranno con voi in maniera ancora più agguerrita. Come si gestisce questo tipo di tensione?

"Per noi non è una tensione ma è entusiasmo ed energia. La cosa che mi ha fatto più piacere e che mi ha reso più orgoglioso nei confronti dei ragazzi sabato scorso è che ho visto questa attitudine ed energia fin da subito. Nonostante le difficoltà come parametri di campo, avversari e assenze, i ragazzi hanno trasmesso questa energia dal primo all'ultimo minuto e questa è una cosa di cui noi abbiamo necessità. Vederla negli occhi, nelle espressioni e nei gesti tecnici, è stato importante e per me fa parte della loro crescita umana e come giocatori. Dobbiamo puntare a questo: dal primo all'ultimo scontro averne più degli altri, non solo di attenzione e concentrazione ma anche di determinazione e di energia giusta e positiva per poter portare dei successi qui a Russi".

- Stasera sfida contro la Generali Futsal Ternana, squadra molto preparata e già incontrata in campionato. Nel girone di andata avevate perso 3-1 mentre oggi vi rincontrate per la Coppa Italia. Come vi state preparando? Credi che i ragazzi siano cresciuti rispetto a quel primo incontro?

"La Ternana giunge determinata e ha il valore per poter ambire alla coppa ed al campionato stesso con giocatori di esperienza decennale in Serie A. I nostri ragazzi stanno crescendo sotto molti aspetti ma ogni match nasconde le proprie insidie. La partita di Coppa sarà un'occasione importante da saper cogliere per i ragazzi che hanno avuto squalifiche, che rientrano da infortuni ed ancor più per quelli che hanno trovato meno spazio per poter dimostrare di essere parte vitale di questa rosa e farsi trovare pronti per aiutarci nel proseguo. Desideriamo che il nostro pubblico giochi un ruolo determinante in questo percorso".

- Adesso qualche domanda al giovane Guerrino Celiento, detto "Holly". Innanzitutto perché porti questo simpatico soprannome?

"E' iniziato tutto anno scorso quando il mister mi ha dato questo nome per cui passo la parola a lui".

- Mister?

"Le abilità di Holly sono evidenti e mi ricordavano quelle del noto cartone animato caro a tutti che è "Holly e Benji": l'ho subito battezzato ed è rimasto a tutti molto legato. E' venuto così, semplice, naturale e spontaneo".

- Guerrino, sabato nella gara di Serie B, sei entrato in campo e dopo pochi minuti hai segnato il tuo primo gol in campionato. Inoltre domenica con l'under19 hai fatto quattro gol. Ti saresti mai aspettato un weekend così di fuoco?

"C'è da dire che durante la settimana - risponde il giovane giocatore - ho dato molto e si è visto, ha portato i suoi frutti. Sabato sono entrato, serio fin da subito, e nonostante la partita fosse molto tesa e contro una squadra molto forte, è stata meritata la partita. Domenica con l'under c'è stata una bella prestazione della squadra e l'Aposa, essendo una squadra molto competitiva, se non avessi segnato subito quei gol, sarebbe stato difficile risollevare le sorti della partita".

- Mister, Holly è una presenza fondamentale nell'Under19 ma sono due anni che lavora con te in prima squadra e non è ancora riuscito a ritagliarsi un minutaggio importante durante il campionato. Che tipo di futuro pensi possa avere nel calcio a 5 e in particolare nel Russi?

"Sono sempre diretto e sincero e lui sa bene cosa penso - risponde il tecnico -; ha le qualità per poter diventare un giocatore importante e fare qualcosa di significativo per sé e per aiutare noi. Deve crescere da un punto di vista di attenzione e concentrazione, quest'anno ha avuto tanti alti e bassi. Ma soprattutto deve crescere da un punto di vista mentale, lui ha sottolineato che il premio di sabato è stata la conseguenza di una settimana importante in cui lui ha dato un aiuto da subito con l'atteggiamento giusto. Se i ragazzi capiscono che possono fidarsi anche di un cucciolo come lui, allora vuol dire che se l'è guadagnato lui con il suo lavoro. Deve solo mettere giudizio e testa a posto e pedalare. Russi è l'ambiente migliore per poter crescere. Vedo tante altre realtà dove è molto più complicato. Qui ci sono i ragazzi giusti, la gente giusta e l'ambiente perfetto per poter fare bene dal punto dei ragazzi giovani".

Ufficio stampa Russi