breaking news
  • 07/12/2022 23:05 Serie B, girone G, Castellana-Città di Potenza è 0-6 a tavolino
  • 07/12/2022 23:04 Serie B, girone G, Pisticci-Noci è 0-6 a tavolino
  • 07/12/2022 12:19 Puglia, Serie C1: il recupero Barletta C5-Cinco Bisceglie si gioca il 13 dicembre alle 21

22/11/2022 21:15

San Marino, la Folgore si prende il derby. Fiorentino e Pennarossa, la vittoria arriva nel finale

Folgore e Fiorentino continuano a marciare a braccetto. Le due capolista mantengono l’en plein di punti anche dopo gli incroci dell’8° giornata, benchè Juvenes-Dogana e Domagnano si rivelino avversari tutt’altro che morbidi per le compagini di Spada e Michelotti. I campioni in carica, ad esempio, risolvono il derby di Serravalle solamente nella ripresa. Il primo tempo si chiude infatti a reti bianche; poi è Pellegrini a “stappare” l’incontro, che viene ben presto riportato in equilibrio da Simone Chezzi. È sempre Pellegrini a dare il nuovo vantaggio alla Folgore a metà ripresa; vantaggio che viene puntellato da Bernardi, ma quello del 10 giallorossonero non è il colpo del k.o. Santi Ugolini riporta infatti sotto la Juvenes-Dogana nei minuti conclusivi. La rimonta della banda di Zonzini però non prende corpo. Anzi, prima del fischio di chiusura la Folgore arrotonda sfruttando la deviazione sfortunata di Mazza, autore – suo malgrado – del 4-2 finale. Quanto al Fiorentino, la rete da tre punti arriva solo sui titoli di coda. Prima è l’equilibrio a regnare nella sfida tra i Rossoblù e il Domagnano. Sfida che viene decisa interamente su piazzato: al 6’ Busignani la sblocca su punizione, al 21’ Manuel Bollini la riequilibra su rigore, peraltro da lui stesso conquistato. L’1-1 resiste fino al 58’: a quell’altezza dell’incontro il Domagnano, a bonus esauriti, commette il sesto fallo. Busignani va dal dischetto del tiro libero ed è efficace come in occasione dell’1-0. Vittoria sofferta ma che consente al Fiorentino di mantenere il passo della Folgore, mentre il Domagnano si ferma dopo quattro successi filati (più un pareggio) ed è costretto a subire il sorpasso della Virtus, nel frattempo letale nei confronti del Faetano. La seconda gara di Acquaviva in effetti non ha storia: finisce 5-0, con Tomassoni ad aprire suo malgrado il tabellino (autorete al 3’) e Michelotti a raddoppiare prima dell’intervallo. Paolo Casadei amplia la forbice su rigore, poi pensano Pascucci e di nuovo Michelotti a mettere definitivamente in ghiaccio il terzo risultato utile consecutivo della banda di Acquaviva, attesa lunedì prossimo dallo scontro diretto proprio con il Domagnano.


Vittoria molto agevole anche per La Fiorita, che risale la classifica grazie all’8-1 imposto al Cailungo dell’ex Levani. Un altro ex, Gamba, è l’autore dell’unico gol rossoverde. Ma a quel punto la sfida aveva già preso un chiaro indirizzo gialloblù: si era infatti sul 3-0, effetto della doppietta di Bernardi e dell’acuto di Belloni. Dopo il gol del Cailungo gli uomini di Ghiotti riprendono a svolgere il loro tema, gonfiando il parziale fino al 6-1 prima dell’intervallo: segnano Toccaceli, Giuccioli e nuovamente Bernardi. Il copione rimane invariato nella ripresa: La Fiorita completa la goleada sfruttando la vena di Toccaceli, che come il compagno Bernardi chiude la propria serata con tre reti all’attivo. Con questo successo la squadra di Montegiardino scavalca la Juvenes-Dogana e aggancia il Tre Fiori, che era a riposo. Il Cailungo resta invece a zero sul fronte dei punti conquistati e giocherà la prossima gara senza Venerucci, espulso per doppio giallo. La Libertas batte e raggiunge in classifica il Murata, costretto ad incassare la terza sconfitta di fila. È un ispiratissimo Taddei a trascinare la banda granata: tre delle quattro marcature di Borgo Maggiore portano infatti la sua firma. Al quarto d’ora è avanti il Murata con Capicchioni, cui Taddei risponde a strettissimo giro. Francesco Rossi mette la freccia del sorpasso nelle prime fasi della ripresa, ma poco dopo si torna in parità per l’acuto di Casadei. Nei 10’ finali Taddei si prende nuovamente sulle spalle la Libertas, piazzando i due colpi risolutivi che consentono agli uomini di Penserini di centrare la seconda vittoria in campionato e di allontanarsi per il momento dalle acque agitate del Girone Unico dove invece continua a stazionare il San Giovanni, beffato sui titoli di coda dal Pennarossa.

Anche qui non mancano le reti: la prima è della banda di Chiesanuova, avanti a ridosso del quarto d’ora con Brighi. Rinaldi firma il 2-0 immediatamente dopo aver fallito un tiro libero (lo stesso aveva fatto Brighi al 20’) ed è proprio con questo parziale che le due squadre vanno al cambio campo. Nella ripresa, però, prende corpo la reazione del San Giovanni, che tra il 46’ e il 57’ rimette tutto a posto con Giacobbi e Volpinari. Ma non è finita. Il Pennarossa ne ha ancora per inventarsi il colpo di coda che vale il secondo successo in campionato. La rete risolutiva la segna Brighi quando il cronometro segna il minuto 60’. Stasera la sfida fra Cosmos e Tre Penne: in palio punti pesantissimi per allontanarsi dalle ultime tre posizioni del girone.

Ufficio Stampa FSGC

Foto: FSGC